L'aspirina può aiutare gli uomini con cancro alla prostata vivere più a lungo, studio suggerisce

Giugno 11, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli uomini che sono stati trattati per il cancro della prostata, o con la chirurgia o la radioterapia, potrebbero beneficiare di prendere l'aspirina regolarmente, dice un nuovo studio che include un ricercatore presso UT Southwestern Medical Center.

L'uso di aspirina è associata ad un più basso rischio di morte per cancro alla prostata, in particolare negli uomini con malattia ad alto rischio, secondo uno studio multicentrico pubblicato nel 28 agosto del Journal of Clinical Oncology. Dr. Kevin Choe, assistente professore di oncologia di radiazione presso UT Southwestern, è il primo autore della carta.

Studi preclinici hanno dimostrato che l'aspirina e altri farmaci anticoagulanti può inibire la crescita del cancro e delle metastasi, ma i dati clinici sono limitati in precedenza. Lo studio ha esaminato quasi 6.000 uomini nel cancro della prostata Strategic Urologia Research Endeavor (CaPSURE) del database che aveva il cancro alla prostata trattati con la chirurgia o la radioterapia.




Anticoagulanti ricevevano (warfarin, clopidogrel, enoxaparina, e/o aspirina) - Circa 2.200 degli uomini coinvolti - 37 per cento. Il rischio di morte per cancro della prostata è stata confrontata tra quelle che assumono anticoagulanti e quelli che non lo erano.

I risultati hanno dimostrato che la mortalità a 10 anni di cancro alla prostata è risultata significativamente più bassa nel gruppo che assumono anticoagulanti, rispetto al gruppo di non-anticoagulante - 3 per cento contro l'8 per cento, rispettivamente. I rischi di recidiva del cancro e metastasi ossea anche erano significativamente più bassi. Ulteriori analisi ha suggerito che questo beneficio è derivata, principalmente di prendere l'aspirina, a differenza di altri tipi di anticoagulanti.

Il suggerimento che l'aspirina, un farmaco spesso prescritto e relativamente ben tollerato, può migliorare i risultati nel cancro della prostata è di particolare interesse, il dottor Choe ha detto, dal momento che il cancro alla prostata è il tumore non-pelle più comune tra gli uomini e il secondo leader cancro assassino negli Stati Uniti

"I risultati di questo studio suggeriscono che l'aspirina previene la crescita delle cellule tumorali nel cancro alla prostata, in particolare nel cancro alla prostata ad alto rischio, per il quale non abbiamo un buon trattamento attualmente", ha detto il dottor Choe. "Ma abbiamo bisogno di capire meglio l'uso ottimale di aspirina prima di routine consigliarlo a tutti i pazienti affetti da cancro alla prostata."

Altri scienziati coinvolti nello studio sono Janet Cowan, Drs. Giugno Chan, e Peter Carroll della University of California, San Francisco; Dr. Anthony D'Amico dell'Università di Harvard; e senior autore Dr. Stanley Liauw dell 'Università di Chicago.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha