L'attività fisica può rallentare il declino della funzione renale nei pazienti con malattie renali

Giugno 7, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'aumento dell'attività fisica può rallentare il declino della funzione renale nei pazienti con malattie renali, secondo uno studio che appare in un prossimo numero del Journal of American Society of Nephrology (JASN). I risultati suggeriscono che l'esercizio fisico può avere un potente effetto sul mantenimento della salute dei pazienti.

Circa 60 milioni di persone al mondo della malattia renale cronica (CKD). Negli ultimi 20 anni, pochi nuovi interventi hanno dimostrato di essere utili nel rallentare la progressione della malattia. Identificare i fattori di rischio modificabili per la progressione di malattia renale cronica rappresenta un passo fondamentale verso la successiva riduzione delle morbilità, mortalità e costi sanitari per una delle più costose condizioni di salute cronici.

Precedente lavoro di Cassianne Robinson-Cohen, PhD (Kidney Research Institute, University of Washington) ei suoi colleghi hanno dimostrato un legame tra l'inattività fisica e la funzione renale declino tra gli adulti più anziani nella popolazione generale. La scoperta ha portato a mettere in discussione se l'attività fisica può aiutare a mantenere la salute dei reni 'CKD pazienti. Il team ha studiato 256 partecipanti al Seattle rene Study, uno studio in corso che sta raccogliendo informazioni sui pazienti con CKD, per una media di 3,7 anni.




I ricercatori hanno scoperto che l'attività fisica era inversamente correlata alla funzione renale declino in modo graduato e in misura che era più forte di quanto precedentemente riportato nella popolazione generale. Ogni incremento di 60 minuti di attività fisica settimanale è stato collegato con un calo del 0,5% annuo più lenta della funzione renale.

"Questo studio ha dimostrato che anche piccole quantità di attività fisica, come camminare 60 minuti alla settimana, potrebbe rallentare la velocità di progressione della malattia renale", ha detto il dottor Robinson-Cohen "L'inattività fisica sta emergendo come uno dei pochi fattori di rischio per malattie renali progressione che è suscettibile di intervento. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha