L'epatite C può aumentare morti da entrambe fegato-correlate e altre malattie

Giugno 11, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

In uno studio a lungo termine delle persone infettate dal virus dell'epatite C (HCV), i ricercatori hanno trovato un aumento di morti da entrambe le malattie del fegato legate e non legate al fegato nei pazienti con infezioni attive che non avevano superato la loro infezione.

Lo studio, pubblicato sul Journal of Infectious Diseases e disponibile online, ha trovato un aumento della mortalità nei pazienti con infezione cronica da HCV - cioè con livelli rilevabili di HCV materiale genetico, o RNA, nel sangue - che suggerisce che le infezioni croniche da HCV, anche in persone che non hanno sintomi, può portare a un aumento della mortalità per malattie del fegato o una varietà di altre cause. I risultati sottolineano l'importanza di persone che si testati per anticorpi anti-HCV e per l'infezione da HCV attiva - e di valutazione dei pazienti per il trattamento antivirale quando si trovano ad avere una infezione HCV attiva, anche quando si sentono bene.

HCV infetta più di 170 milioni di persone nel mondo e ha dimostrato di causare tali malattie del fegato, come la cirrosi e il carcinoma epatocellulare. Molti pazienti infetti non hanno sintomi e non sono a conoscenza di infezione fino a quando si è verificato malattia epatica irreversibile. Inoltre, molte malattie non legate al fegato sono stati collegati a HCV. Tuttavia, quasi i due terzi dei pazienti possono essere curati della loro infezione HCV con attualmente disponibile una terapia antivirale.




Chien-Jen Chen, ScD, e ricercatori del Centro di Ricerca Genomic a Taipei, Taiwan, iscritti più di 23.000 adulti a Taiwan nel loro studio e seguiti dal 1991 al 2008. I campioni di sangue sono stati raccolti all'inizio dello studio e al follow-up di salute esami. I ricercatori hanno trovato un aumento della mortalità per malattie liver- e-non-epatiche correlate - tra cui i tumori dell'esofago, della prostata e della tiroide, così come le malattie circolatorie e renali - tra quelli infettati con HCV. La mortalità è stata maggiore nei partecipanti con infezione da HCV con livelli sierici rilevabili di HCV RNA, indicando che avevano infezioni attive; soggetti con precedenti infezioni che avevano solo anticorpi anti-HCV, ma non l'HCV RNA, nel loro sangue non aveva aumentato la mortalità sul follow-up.

Secondo il Dr Chen, "I risultati implicavano che il livello di HCV RNA è un indicatore importante per le decisioni cliniche nella gestione dei pazienti con infezione da HCV." Il dottor Chen ha suggerito che i pazienti con infezione da HCV possono beneficiare del trattamento con agenti antivirali e immunomodulanti promuovere clearance virale.

I ricercatori hanno concluso che i loro risultati hanno implicazioni significative per la pratica clinica e la sanità pubblica - cioè, che gli individui sieropositivi per HCV RNA dovrebbero essere seguiti intensamente e ha esortato ad essere valutati per la terapia antivirale. Inoltre, hanno notato, test per determinare il livello di HCV RNA sierico da un saggio sensibile è essenziale per la gestione clinica dei pazienti con infezione da HCV.

Dr. Chen ei suoi colleghi hanno avvertito che alcune malattie non legate al fegato sono troppo rari per determinare con precisione il rischio in relazione con l'infezione da HCV. Hanno suggerito che uno studio in collaborazione con un grande campione sarebbe necessario, al fine di approfondire l'intero spettro di malattie associate con HCV.

In un editoriale di accompagnamento, Kenrad E. Nelson, MD, della Johns Hopkins University di Baltimora, ha osservato che la mortalità complessiva era significativamente aumentata per cause epatiche correlate e altri rispetto ai pazienti non infetti dalle stesse comunità nello studio. I risultati indicano che, anche se alcuni che sono infettati con HCV può curare l'infezione senza alcun trattamento, la maggior parte delle persone che sono infette e che non hanno i sintomi si sviluppano infezioni croniche e sono ad aumentato rischio di morte da HCV, il dottor Nelson ha detto.

Molti pazienti con infezione da HCV non vengono diagnosticate, e viene rilevato tra coloro la cui infezione, "pochi sono medicalmente valutati e trattati efficacemente," Dr Nelson ha aggiunto. Anche se il trattamento per l'infezione da HCV sta migliorando notevolmente, ha osservato, una significativa riduzione della mortalità HCV-correlata sarà necessario che le misure di screening sono notevolmente ampliate.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha