L'esperienza personale, di lavoro anzianità migliorare outlook professionisti della salute mentale "

Giugno 12, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Si potrebbe pensare che, dopo anni di vedere la gente al loro peggio, operatori della salute mentale dovrebbero nutrire atteggiamenti negativi circa la malattia mentale, forse associando le persone con problemi di salute mentale come meno competenti o pericolosi. Ma un nuovo studio suggerisce il contrario.

In un sondaggio di 731 professionisti della salute mentale nello stato di Washington, i più dipendenti di anzianità hanno avuto sul posto di lavoro, il più positivo che hanno visto le persone con la malattia mentale. L'indagine ha anche legato atteggiamenti positivi dei lavoratori di salute mentale di avere gradi avanzati e la segnalazione di una malattia mentale se stessi.

"I risultati suggeriscono che l'esposizione di più di avere personalmente e professionalmente alla malattia mentale, gli atteggiamenti più positivi che avrà", ha detto Jennifer Stuber, autore principale dello studio e assistente professore di lavoro sociale presso l'Università di Washington.




Pervasive, stigmatizzando opinioni delle persone con la malattia mentale può creare ostacoli per la loro occupazione, alloggio, cure mediche e relazioni sociali, ha scritto Stuber nello studio pubblicato online nel mese di gennaio dai Servizi psichiatrici.

Operatori della salute mentale che hanno questi pregiudizi, vista denigranti potrebbero impostare basse aspettative di miglioramento per le persone in cerca di cure, ha detto.

Lo studio, finanziato dalla Substance Abuse e Mental Health Services Administration e l'Istituto Nazionale di Salute Mentale, è tra i primi negli Stati Uniti per esaminare gli atteggiamenti tra i professionisti della salute mentale.

"Da un lato, può essere il caso che i professionisti della salute mentale induriti, perché vedono le persone al loro peggio e si scoraggiano se il trattamento è lento", ha detto Stuber. "D'altra parte, più esperienza può rendere professionisti della salute mentale più empatico ai loro clienti e consapevoli della possibilità di recupero."

Stuber e il suo team di ricerca hanno condotto 30 minuti sondaggi online che valutano la competenza percepita e pericolosità degli individui con depressione e la schizofrenia. Un campione di professionisti della salute mentale - consulenti, assistenti sociali, psicologi, case manager e altri - che vivono a Washington leggere vignette che ritraggono persone che avevano sintomi di depressione o schizofrenia.

Poi i partecipanti hanno risposto alla domanda di misurazione quanta distanza si vorrebbe evitare di persone nelle vignette. Avrebbero vogliono la persona come loro vicino, compagno di casa, collega di lavoro o il coniuge? Come probabilmente è la persona ad essere pericoloso o prendere decisioni finanziarie o di trattamento responsabili? Queste domande sono utilizzati in altre indagini che misurano stereotipi e stigma, come quelli contro le persone che sono gay o droghe di uso.

Stuber ei suoi colleghi hanno scoperto che i lavoratori della salute mentale che hanno avuto almeno un diploma di laurea di quattro anni, un posto di lavoro che denota una maggiore anzianità (per esempio, responsabile del programma) e una malattia mentale si erano un atteggiamento più positivo sulle persone con problemi di salute mentale.

"La constatazione che spicca di più è che quasi un terzo dei professionisti della salute mentale ha rivelato che hanno ricevuto una diagnosi di malattia mentale in passato", ha detto Stuber. "Questa prima esperienza è stata associata ad atteggiamenti meno negativi, che ha implicazioni per il modo in cui pensiamo alla rilevanza di tale esperienza nel reclutamento per una forza lavoro di salute mentale."

I ricercatori hanno confrontato i risultati di atteggiamenti tenuti dai non esperti, composto da circa 400 adulti di prendere la biennale nazionale General Social Survey.

Nel complesso, operatori della salute mentale tenuto un atteggiamento più positivo di quanto ha fatto il pubblico in generale. Ad esempio, il 40 per cento dei fornitori di salute mentale e il 70 per cento del pubblico in generale indicato che non vogliono qualcuno con schizofrenia come un collega. Allo stesso modo, il 35 per cento dei lavoratori della salute mentale e il 70 per cento del pubblico considerati persone con schizofrenia di essere pericoloso.

"Lo studio dimostra che, anche se i professionisti della salute mentale hanno da ed esistono ancora ampie vedute più favorevoli sui pazienti di salute mentale rispetto al pubblico, stigmatizzando l'atteggiamento", ha detto Stuber.

Ad esempio, ha detto, le persone hanno credenze sbagliate persistenti che gli individui con schizofrenia sono pericolosi e inclini alla violenza.

"Sappiamo che solo la malattia mentale non è un predittore di violenza. Ma quando combinato con l'alcol, droghe o abuso, una precedente storia di violenza malattia mentale può essere un fattore che contribuisce alla violenza", ha detto Stuber. "Abbiamo bisogno di formare operatori di salute mentale di respingere la percezione pubblica inesatte circa le persone con malattie mentali."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha