L'esposizione all'inquinamento atmosferico durante il secondo trimestre di gravidanza può essere associato ad un aumentato rischio di asma nei bambini

Giugno 7, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I bambini che sono esposti in utero ad elevati livelli di particolato atmosferico durante il secondo trimestre di gravidanza possono essere a maggior rischio di sviluppare l'asma nella prima infanzia, secondo un nuovo studio presentato presso l'American Thoracic Society International Conference 2014.

"Sappiamo che l'esposizione delle madri all'inquinamento atmosferico durante la gravidanza può influenzare lo sviluppo polmonare dei loro bambini e portare a disturbi respiratori successivi, tra cui l'asma, anche se poco si sa circa se i tempi di esposizione è importante considerare," ha detto l'autore Yueh- Hsiu Mathilda Chiu, ScD, del Dipartimento di Pediatria presso Icahn Scuola di Medicina Mount Sinai di New York. "Nel nostro studio, abbiamo valutato se una maggiore esposizione al particolato atmosferico a più specifiche finestre temporali in gravidanza sono stati particolarmente legata a più alto rischio di asma nei bambini urbani."

Lo studio ha incluso 430 bambini nati a termine hanno seguito l'età 7 anni e le loro madri. L'esposizione quotidiana all'inquinamento atmosferico da fonti, tra cui il traffico, centrali elettriche, e altre fonti industriali, comprensivi di polveri sottili nel periodo prenatale è stato stimato in base a dove vivevano queste madri. Queste particelle fini, che sono più probabilità di essere inalato in profondità nei polmoni, sono stati collegati al più grande rischio per la salute e studi precedenti hanno suggerito che gli effetti su donne in gravidanza possono essere trasferiti alla crescita del bambino.




I ricercatori hanno scoperto che l'esposizione a livelli elevati di polveri sottili nel secondo trimestre è stato più fortemente associato con una maggiore insorgenza di asma tra i bambini, in particolare per quelli nati da madri non obesi. "E 'possibile che l'effetto di obesità materna, un altro fattore di rischio noto di asma infantile insorgenza, può essere così forte che era difficile determinare ulteriori effetti dell'inquinamento atmosferico tra i bambini nati da madri obese in questo ambiente." . "Mentre dobbiamo continuare a migliorare la qualità dell'aria e ridurre al minimo l'esposizione alle donne in gravidanza durante l'intera gravidanza per una serie di motivi di salute", ha detto il dottor Rosalind Wright, MD MPH, ricercatore senior del Dipartimento di Pediatria presso Icahn School of Medicine a Monte Sinai, "individuando il periodo gestazionale durante il quale l'inquinamento atmosferico ha effetti maggiori sul polmone di sviluppo può aggiungere alla nostra comprensione dei meccanismi alla base di questo rapporto."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha