L'esposizione alle radiazioni collegato al cancro della tiroide aggressivi, i ricercatori confermano per la prima volta

Maggio 13, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per la prima volta, i ricercatori hanno scoperto che l'esposizione allo iodio radioattivo è associato a forme più aggressive di cancro alla tiroide, secondo un attento studio di quasi 12.000 persone in Bielorussia che sono state esposte quando erano bambini o adolescenti al fallout di Chernobyl del 1986 nucleare incidente centrale elettrica.

I ricercatori hanno esaminato i tumori della tiroide diagnosticati fino a due decenni dopo l'incidente di Chernobyl e ha scoperto che le dosi di radiazioni superiori alla tiroide stimati da misurazioni effettuate subito dopo l'incidente sono stati associati con le caratteristiche tumorali più aggressive.

"Il nostro gruppo ha già dimostrato che l'esposizione a iodio radioattivo aumentano significativamente il rischio di cancro alla tiroide in modo dose-dipendente. Il nuovo studio mostra che l'esposizione alle radiazioni sono anche associati con le caratteristiche cliniche distinte che sono più aggressivi", ha detto il primo autore della carta , Lydia Zablotska, MD, PhD, professore associato presso il Dipartimento di Epidemiologia e Biostatistica presso UC San Francisco (UCSF). Il documento sarà pubblicato online sulla rivista Cancer.




Zablotska ha detto che i risultati hanno implicazioni per quelli esposti a iodio radioattivo ricadute del 2011 incidenti reattori nucleari a Fukushima, in Giappone, dopo che i reattori sono stati danneggiati da un tsunami terremoto-indotta.

"Quelli esposti da bambini o adolescenti alle ricadute sono a più alto rischio e dovrebbe probabilmente essere a screening per il cancro alla tiroide regolarmente, perché questi tumori sono aggressivi, e possono diffondersi molto velocemente", ha detto Zablotska. "I medici dovrebbero essere consapevoli della aggressività dei tumori radiazioni associate e monitorare attentamente quelli ad alto rischio."

Studi condotti da Chernobyl Zablotska anche mostrato per la prima volta che le esposizioni verso lo iodio radioattivo dopo l'incidente di Chernobyl centrale nucleare sono associati a un intero spettro di malattie della tiroide, dal benigna a maligna. I tumori benigni incapsulati della tiroide sono chiamati adenomi follicolari, e sono trattati allo stesso modo come il cancro della tiroide - rimuovendo la tiroide, quindi dando pazienti pillole per sostituire gli ormoni che si perdono. Trattamento supplementazione ormonale permanente è costoso e complicato per i pazienti.

Il cancro della tiroide è di solito rara tra i bambini, con meno di un nuovo caso per milione diagnosticati ogni anno. Tra gli adulti, circa 13 nuovi casi vengono diagnosticati ogni anno ogni 100.000 persone, secondo la sorveglianza, epidemiologia e End Results (SEER) Program del National Cancer Institute (NCI). Ma nella coorte della Bielorussia, i ricercatori hanno diagnosticato 158 tumori della tiroide tra i 11.664 soggetti durante tre turni di screening. Quelli che avevano ricevuto dosi di radiazioni più elevate sono stati anche più probabilità di avere varianti solidi o diffuse di cancro della tiroide, nonché di avere caratteristiche tumorali più aggressive, come la diffusione di vasi linfatici e diverse lesioni tumorali simultanei nella ghiandola tiroidea.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha