L'inattività fisica aumenta rapidamente grasso viscerale; Esercizio può invertire Accumulation

Aprile 6, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

SAN FRANCISCO - In scoperte che dovrebbe aggiungere al dibattito nazionale per l'aumento dei tassi di obesità negli Stati Uniti, i ricercatori della Duke University Medical Center hanno dimostrato che l'inattività fisica porta ad un significativo aumento potenzialmente pericoloso grasso viscerale, mentre elevate quantità di esercizio fisico può portare a diminuzioni significative in tale grasso per un periodo di tempo abbastanza breve.

I ricercatori hanno anche scoperto che, mentre minori quantità di esercizio impedito il significativo accumulo di grasso viscerale visto nei controlli, che non ha portato a miglioramenti osservati nei soggetti con alti livelli di esercizio fisico.

Controllare il grasso viscerale è importante, dicono i ricercatori, perché l'aumento dei livelli sono stati associati con insulino-resistenza, malattie cardiovascolari e altre sindromi metaboliche. Il grasso viscerale è situato intorno agli organi interni del ventre ed è più profonda nel corpo di grasso sottocutaneo, che si trova sotto la pelle.




Nel primo studio clinico randomizzato per valutare gli effetti di quantità variabili e intensità di esercizio in uomini sedentari sovrappeso e donne, i ricercatori sono stati sorpresi da quanto velocemente il grasso accumulato nel profondo l'addome delle partecipanti allo studio che non hanno esercitato. Questo rapido accumulo di grasso viscerale sottolinea l'elevato costo di una vita sedentaria.

"I risultati della nostra ricerca mostrano che in sedentari adulti in sovrappeso che continuano a scegliere uno stile di vita sedentario gli effetti negativi sono peggiori e più rapido di quanto si pensasse in precedenza", ha detto Cris Slentz, Ph.D., che ha presentato i risultati dello studio Duke oggi (28 maggio 2003) durante le sessioni scientifiche annuali 50 della American College of Sports Medicine. "Probabilmente non avrebbe dovuto essere sorpreso dal momento che questo rispecchia semplicemente la sempre più rapida ascesa in prevalenza dell'obesità visto negli Stati Uniti, dove attualmente due su tre adulti sono in sovrappeso o obesi.

"D'altra parte, i partecipanti che hanno esercitato ad un livello equivalente a 17 miglia di correre ogni settimana ha visto cali significativi nel grasso viscerale, il grasso addominale sottocutaneo e grasso addominale totale", ha continuato Slentz. "Anche se questo può sembrare un sacco di esercizio nostri soggetti precedentemente sedentari e in sovrappeso erano perfettamente in grado di fare questo importo."

In particolare, i partecipanti che non hanno esercitato avuto un aumento dell'8,6 per cento del grasso viscerale dopo otto mesi, mentre i partecipanti che hanno esercitato l'importo più alto ha visto una diminuzione del 8,1 per cento del grasso viscerale.

Inoltre, il team di Duke trovato interessante differenza tra uomini e donne.

"Nel gruppo di soggetti che non hanno esercitato, gli uomini ha avuto un aumento del 1,5 per cento in peso, mentre le donne hanno avuto un aumento del 0,6 per cento", ha detto Slentz. "Tuttavia, le donne hanno sperimentato un aumento dell'11,6 per cento del grasso viscerale, più del doppio della quantità di uomini (5,7 per cento). Che le donne soffrono di meno di un aumento di peso, ma hanno guadagnato una maggiore percentuale di grasso viscerale suggerisce un accumulo aggressivo nelle donne che ha bisogno di ulteriori studi. "

Per comprendere meglio gli effetti delle quantità di esercizio diverse, i ricercatori hanno randomizzato 170 partecipanti in uno dei quattro gruppi: nessun esercizio, a basse dosi/intensità moderata (equivalente di 11 chilometri di passeggiate a settimana), a basso dosaggio/intensità vigorosa (11 miglia di fare jogging a settimana) o ad alto dosaggio/intensità vigorosa (17 miglia di footing a settimana).

L'esercizio è stato condotto su tapis roulant, ellittiche o cicloergometri sotto supervisione. Per determinare il ruolo di esercizio da solo, i partecipanti non potevano cambiare la loro dieta durante il corso dello studio. I ricercatori hanno usato la tomografia computerizzata (CT) sia prima di esercizio e otto mesi più tardi per determinare l'entità e la distribuzione di cambiamento del grasso.

"Non ci sono stati cambiamenti significativi nel grasso viscerale, sottocutanea o totale in uno dei gruppi di esercizio bassi per gli uomini o le donne, che suggeriscono che questa quantità di esercizio è adeguato per prevenire l'aumento significativo nel grasso intorno allo stomaco e che la quantità di esercizio fisico è più importante l'intensità, "Slentz detto. "I dati sottolinea l'elevato costo di una costante attività fisica, le capacità di prevenzione delle modeste quantità di esercizio fisico, e le sostanziali benefici che si possono ottenere eseguendo il 50 per cento in più esercitare ogni settimana (17 contro 11 miglia a settimana)."

Il team di Duke è stata guidata dal cardiologo William Kraus, MD, che ha ricevuto una sovvenzione di 4,3 milioni dollari dal National Heart, Lung e Blood Institute nel 1998 per studiare gli effetti dell'esercizio fisico sulla sedentari adulti in sovrappeso a rischio di sviluppare malattie cardiache e/o diabete. I risultati di tale studio quinquennale, doppiato STRRIDE (Studi di riduzione del rischio interventi mirati attraverso Esercizio Definito), sono ora in corso di pubblicazione e presentati.

Partecipare Slentz erano colleghi Duke, Lori Aiken, Brian Duscha, Johanna Johnson, Kevin Ketchum, Leslie Kelly, e Kraus. Joseph Houmard, Ph.D., e Chuck Tanner da East Carolina University, erano anche membri del team.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha