L'insulina glargine analogica aumenta Possibilmente rischio di cancro

Giugno 5, 2016 Admin Salute 0 8
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il rischio di cancro possibilmente aumenta se i pazienti con diabete utilizzano la lunga durata d'azione dell'insulina glargine analogo invece di insulina umana. L'Istituto per la Qualità ed efficienza in Health Care (IQWiG), in collaborazione con il "Wissenschaftliches Institut der AOK" (Wido), l'istituto di ricerca della Health Care Fund tedesca locale, hanno analizzato i dati di quasi 130.000 pazienti con diabete in Germania che erano stati trattati sia con insulina umana o gli analoghi dell'insulina lispro (nome commerciale: Humalog), aspart (Novorapid) o glargine (Lantus) tra il gennaio 2001 e il giugno 2005.

L'analisi è stata pubblicata insieme a ulteriori studi sulla rivista scientifica Diabetologia.

Il risultato è che disturba tumori maligni sono stati trovati più frequentemente in pazienti trattati con glargine rispetto a quelli prescritti una dose paragonabile di insulina umana. "La nostra analisi non fornisce la prova assoluta che glargine promuove il cancro", spiega Peter T. Sawicki, direttore di IQWiG e co-autore dello studio. "Il nostro studio, tuttavia, suscitare un sospetto urgente che dovrebbe avere conseguenze per il trattamento di pazienti".




Nessuna differenza è stata trovata tra l'insulina ad azione rapida analoghi dell'insulina, lispro e aspart, e umano. Analoghi dell'insulina sono molecole sintetiche che non presenti in natura, mentre l'insulina umana corrisponde l'insulina che il corpo umano stesso produce.

È glargine la causa?

IQWiG sottolinea che il legame si trova tra la prescrizione glargine e un aumento del rischio di cancro è un'associazione statistica. Così, è possibile che altri fattori ancora sconosciute sono la causa dell'aumentato rischio, piuttosto che glargine. Tuttavia, è preoccupante che di altri tre studi pubblicati nella stessa edizione di Diabetologia, due anche descrivono un aumento del rischio di cancro associato a glargine.

Glargine è stato approvato in Germania dal 2000. Da allora, numerosi studi di laboratorio sono stati pubblicati che indicano che, in determinate condizioni, analoghi dell'insulina possono stimolare la crescita delle linee di cellule tumorali più forte rispetto all'insulina umana. "Queste indicazioni sono discussi nel mondo scientifico, ma non sono mai stati dissipati da studi appropriati," afferma Sawicki. Secondo IQWiG, le indicazioni generali di un rischio di glargine sono ora intensificati a tal punto che l'onere della prova è stato invertito per motivi precauzionali: finché studi affidabili non dimostrano la sicurezza di glargine rispetto all'insulina umana, la droga dovrebbero essere utilizzate solo se ci sono motivi di particolare importanza per farlo.

Rischio di malattia aumenta con la dose

I ricercatori hanno anche scoperto che il rischio di cancro è aumentato ulteriormente con l'aumentare della dose glargine rispetto all'insulina umana. Questa relazione dose-dipendente con glargine conferma il sospetto che il farmaco ha un ruolo causale.

L'aumento del rischio di cancro era relativamente piccolo ed è stato rilevato solo quando sono stati presi altri, importanti fattori quali l'età, il sesso e la dose giornaliera di insulina in considerazione. I pazienti erano in media tra 65 e 70 anni di età, quindi in linea di principio già esposti a un certo grado di rischio di cancro. Dei 1000 pazienti trattati con insulina umana, circa 41 hanno sviluppato tumori maligni all'interno di una media di 20 mesi. Se i pazienti "simili" dovevano essere trattati con glargine, gli aumenti di diagnosi di cancro sarebbero le seguenti: in pazienti prescritti in media 10 unità glargine quotidiano, circa 4 più pazienti su 1000 avrebbero sviluppare il cancro. Nei pazienti prescritti 50 unità glargine quotidiano, circa 13 più pazienti su 1000 avrebbero sviluppare il cancro.

Tuttavia, secondo i dati tedeschi Local Health Care Fund, la maggior parte dei pazienti hanno usato glargine in dosi relativamente basse. Dei 100 pazienti con glargine, circa 50 pazienti utilizzati meno di 20 unità al giorno, e solo 5 su 100 pazienti utilizzate più di 50 unità al giorno.

Non modificare il trattamento in fretta

Tuttavia, l'ultima inchiesta è alcuna ragione per i pazienti con diabete di cambiare il loro trattamento in fretta, soprattutto se la dose glargine utilizzato è basso. Il diabete è una malattia complessa e molti aspetti devono essere considerati nel suo trattamento. "Tuttavia, se un paziente può essere trattato altrettanto bene con l'insulina umana come con glargine, poi, dopo aver consultato il suo medico, il paziente deve pensare di cambiare all'insulina umana", afferma Sawicki. "Se possibile, i pazienti con un aumentato rischio di cancro dovrebbe usare l'insulina umana invece di glargine."

I ricercatori hanno alcuna prova che glargine o altri agenti di insulina trasformano le cellule normali cellule tumorali. Tuttavia, può essere possibile che glargine stimola la crescita delle cellule tumorali esistenti più forte rispetto ad altri tipi di insulina.

Nel loro studio, IQWiG e Wido avuto accesso ai dati pseudonimi sulla malattia e le fatture per 17,9 milioni gli assicurati della AOK, di cui oltre 320.000 pazienti avevano diabete (soprattutto di tipo 2). I dati sono stati valutati circa 130.000 pazienti con diabete che avevano usato o insulina umana o un analogo dell'insulina esclusivamente, e che non avevano sviluppato tumori fino al 2001.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha