L'interferone potrebbe essere una chiave per prevenire o curare la sclerosi multipla

Maggio 6, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La sclerosi multipla (SM) si verifica quando il sistema di difesa del corpo attacca le fibre nervose nel cervello e nel midollo spinale. Ora gli scienziati guidati da John Russell, Ph.D., presso Washington University School of Medicine di St. Louis hanno dimostrato che l'interferone-gamma ha un ruolo decisivo in se le cellule immunitarie attaccano e danneggiano il sistema nervoso centrale (cervello e midollo spinale) in topi.

L'interferone-gamma è una proteina del sistema immunitario che aiuta il corpo a difendersi dagli invasori. Nella loro ultima ricerca, che è apparso nel numero di ottobre del Journal of Experimental Medicine, i ricercatori mostrano che l'interferone-gamma determinare se le cellule immunitarie attivate - già innescato per andare dopo che le cellule nervose - sarebbe effettivamente causare danni ai nervi nei topi sperimentali.

I ricercatori hanno scoperto che nelle cervelletto e brainstems dei topi, l'interferone-gamma era protettivo. Tuttavia, nel midollo spinale, interferone-gamma avuto l'effetto opposto, permettendo danni delle cellule nervose.




"Alcuni studi mostrano che i casi più gravi di SM in persone si verificano quando il sistema immunitario si rivolge in particolare il cervelletto, la parte del cervello responsabile della percezione sensoriale, coordinamento e controllo del movimento", dice Russell, professore di biologia dello sviluppo. "Il nostro studio suggerisce che i ricercatori hanno bisogno di guardare la quantità di interferone-gamma prodotta nelle regioni cervelletto e altro cervello in persone con SM."

I ricercatori hanno studiato i topi geneticamente modificati per essere fisiologicamente "cieco" per l'interferone-gamma - i topi avevano nessuna delle usuali recettori sulla loro cellule che riconoscono e rispondono a interferone-gamma. Quindi, in questi topi era come se interferone-gamma non esisteva.

Nei topi interferone-insensitive, cellule immunitarie innescato per attaccare nervi e poi iniettate nelle vene dei topi sono stati in grado di entrare nel tronco cerebrale e cervelletto e avviare danni delle cellule nervose che porta alla malattia MS-like.

In confronto, in topi con normale riconoscimento interferone-gamma, le cellule immunitarie è stato impedito di entrare nel cervello e causare problemi. L'esatto meccanismo per tenere conto di questo è ancora in fase di studio.

"Lungo la strada, vorremmo verificare se siamo in grado di prevenire la malattia nel cervelletto in topi se promuoviamo la produzione di interferone in quella regione del cervello", spiega Russell. "Un modo per farlo sarebbe quello di utilizzare la terapia genica per inserire un gene che farebbe aumentare l'interferone nel cervello dei topi. Poi ci sarebbe testare i topi per vedere se hanno guadagnato la protezione contro la malattia MS-simile."

In contrasto con il suo ruolo protettivo nel cervello, nel midollo spinale interferone-gamma aiutato avviare danni ai nervi. Nei topi con intatta riconoscimento interferone-gamma, le cellule immunitarie attivate e iniettati sono stati in grado di entrare nel midollo spinale e provocare lesioni. Nei topi senza riconoscimento interferone, le cellule immunitarie sono stati in grado di avviare l'infiammazione del midollo spinale, e si è verificato nessun danno.

"La nostra ricerca mostra che alcune caratteristiche intrinseche in diverse regioni del cervello e del midollo spinale possono provocare attacchi del sistema immunitario sulle cellule nervose", spiega Russell. "La comprensione dei meccanismi coinvolti nell'invasione sistema immunitario del sistema nervoso può consentire lo sviluppo di modelli migliori per determinare la prognosi e il trattamento di molte malattie neurologiche come la sclerosi multipla."

Questa ultima ricerca rafforza l'ipotesi centrale di Russell sulla SM e disturbi correlati, che va contro alcune ipotesi ampiamente possedute. Egli sostiene che, in circostanze fisiologiche che alla fine portano alla MS, il sistema nervoso centrale, si permette o addirittura aiuta attacchi del sistema immunitario.

"Una vista scientificamente popolare di quanto avviene MS è che il sistema immunitario in qualche modo viene armato contro normali antigeni cerebrali e attacca i neuroni", spiega Russell. "In questo punto di vista, le cellule del cervello hanno un ruolo passivo. Ma in questo e precedenti ricerche, abbiamo dimostrato che c'è una 'conversazione' tra il sistema immunitario e il sistema nervoso centrale e che i segnali molecolari passati tra di loro sono coinvolti nello sviluppo di MS-come la malattia nei topi ".

Finanziamento dal National Multiple Sclerosis Society e il National Institutes of Health sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha