L'obesità associata ad una minore rischio di tubercolosi In più vecchio cinese Popolazione

Aprile 17, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Individui cinesi obesi o in sovrappeso di 65 anni di età e hanno un minor rischio di sviluppare tubercolosi rispetto a quelle con un peso normale, secondo uno studio del 25 giugno questione di Archives of Internal Medicine.

"La tubercolosi è comunemente associato con la povertà e la malnutrizione in entrambi i paesi sviluppati e in via di sviluppo. Inoltre, l'obesità è un problema crescente che è associato con una vasta gamma di condizioni degenerative croniche, in particolare, il diabete mellito, un fattore predisponente ben segnalati per la tubercolosi attiva , "in base alle informazioni in questo articolo. "Pochi studi hanno sistematicamente esaminato l'effetto di obesità e sovrappeso sulla tubercolosi, soprattutto nelle popolazioni asiatiche."

Chi C. Leung, MBBS, la tubercolosi e Torace servizio, Hong Kong, e colleghi, hanno studiato 42.116 persone 65 anni o più iscritti in 18 centri sanitari per i pazienti anziani a Hong Kong. I pazienti sono stati seguiti da tre mesi dopo l'iscrizione nel 2000 fino al 31 dicembre 2005. L'indice di massa corporea (BMI) di ogni paziente è stato misurato all'inizio dello studio. Quelli con un BMI inferiore a 18,5 sono stati raggruppati come sottopeso, 18,5 a meno di 23 normalmente, da 23 a meno di 25 come a rischio (per l'obesità), da 25 a meno di 30 come sovrappeso, e 30 o superiore come obesi.




Durante il periodo di follow-up, sono stati segnalati 477 casi di tubercolosi attiva, 326 (68,3 per cento), di cui sono stati confermato utilizzando colture di batteri coinvolti. Il tempo medio tra l'iscrizione e la notifica di tubercolosi è stato 881 giorni. "Ci sono stati 395 nuovi casi (82,8 per cento) e 82 casi di ritrattamento (17,2 per cento). Polmonare [polmoni] coinvolgimento è stato trovato in 426 casi (89,3 per cento) e extrapolmonare [fuori del polmone] coinvolgimento in 87 (18,2 per cento), tra cui 36 casi (7,5 per cento), con entrambi, "scrivono gli autori.

Gli individui che hanno sviluppato tubercolosi attiva erano più alti, in media, ma aveva un peso inferiore del corpo e BMI (22,5 vs. 24,3) all'inizio dello studio rispetto a quelli che non hanno. "BMI al di fuori della gamma di 18,5-23 diminuito il rischio tubercolosi attiva del 23,5 per cento del livello osservato. Baseline BMI obesità a 25 o superiore è stata associata con una diminuzione del 30,1 per cento del rischio, mentre la BMI inferiore a 18,5 aumentato il rischio del 6,6 per cento ", secondo gli autori. Una media superiore BMI iniziale è stato trovato in sola polmonare casi che in extrapolmonari-solo i casi (22.3 vs 24.1).

"L'obesità è associata a un minor rischio di tubercolosi polmonare attiva nella popolazione anziana di Hong Kong", concludono gli autori. "La presenza di una tale associazione forte ma selettivo attraverso l'intero spettro di BMI potrebbe avere importanti implicazioni biologiche, cliniche e/o epidemiologici. Ulteriori studi sono indicati per esplorare i meccanismi alla base, potenziale utilità clinica e le possibili conseguenze epidemiologiche."

Riferimento: Arch Intern Med. 2007; 167: 1297-1304.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha