L'obesità aumenta il rischio di morte legata a sonniferi

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'obesità sembra aumentare significativamente il rischio di morte legata a sonniferi, quasi raddoppiando il tasso di mortalità anche tra i prescritti 18 o meno pillole in un anno, i ricercatori hanno segnalato.

"L'obesità è emerso come un indicatore di maggiore vulnerabilità", ha detto Robert Langer, MD, MPH, durante l'annuale Epidemiologia della American Heart Association e la prevenzione | nutrizione, l'attività fisica e metabolismo 2012 Scientific Sessions a San Diego.

"Le associazioni tra sonniferi e aumento della mortalità erano presenti, e relativamente più forte, anche in persone dai 18 ai 54," ha detto il dottor Langer, un medico di famiglia e epidemiologo con il foro centrale di Jackson per la medicina preventiva a Jackson, Wyoming.




"I pazienti obesi sembrano particolarmente vulnerabili, forse attraverso l'interazione con apnea del sonno", ha detto il co-autore Daniel Kripke, uno psichiatra con Viterbi Famiglia sonno Center Scripps Clinic di San Diego.

Egli ha osservato che i sonniferi sono stati precedentemente associati con più e più a lungo pause nella respirazione nelle persone con apnea del sonno.

Tra i pazienti obesi, l'uso di sonniferi è stato associato con circa un morto in più all'anno per ogni 100 persone che sono stati prescritti i farmaci, Dr. Langer ha detto.

Rischio più alto per gli uomini

Inoltre, gli uomini che hanno preso sonniferi erano circa il doppio di probabilità di morire come le donne che hanno ricevuto i farmaci, dopo la contabilizzazione di altri fattori, ha detto.

Questi nuovi risultati sono stati l'ultima ad uscire da uno studio Scripps Clinic guidata di quasi 40.000 pazienti, che è stato pubblicato inizialmente a fine febbraio in aperto l'accesso online rivista BMJ Apri.

La ricerca è stato il primo a dimostrare che otto dei farmaci ipnotici più comunemente usati sono stati associati con un aumento dei rischi di mortalità e di cancro, tra cui i farmaci zolpidem popolarmente prescritto (conosciuto con il nome commerciale Ambien) e temazepam (noto anche come Restoril), Dr . Kripke ha detto.

Tali farmaci era stato pensato per essere più sicuro di ipnotici anziani a causa della loro breve durata d'azione, ma sono stati trovati ad avere associazioni con morti in eccesso non diversi da vecchi farmaci che hanno in gran parte sostituito.

Al fine di eliminare la possibilità che altri fattori hanno portato ai risultati, i partecipanti allo studio che sono stati prescritti sonniferi sono stati abbinati ai pazienti di controllo di età simili, di genere e la salute che non ha ricevuto ipnotici.

I risultati più recenti sono stati consegnati dal Dr. Langer durante una sessione orale alla conferenza dell'American Heart Association che si è concentrato sulla sicurezza dei farmaci.

Per i pazienti obesi nello studio che ha avuto un indice medio di massa corporea di 38,8, il rischio di morte era 8,1 volte superiore, in media, tra coloro che sono stati prescritti il ​​più piccolo numero di pillole (18 o meno ogni anno) se confrontato con i partecipanti allo studio che hanno fatto simili Non prendere i farmaci. Il tasso di mortalità è stato 9.3 volte più alto in media tra i pazienti obesi hanno ricevuto il maggior numero di pillole (132 o più ogni anno).

La morte era 4,6 volte più probabilità, in media, tra tutti i pazienti che hanno ricevuto qualsiasi quantità di sonniferi.

Lo studio gettano un'ombra su un segmento crescente dell'industria farmaceutica in rialzo del 23 per cento negli Stati Uniti, 2006-2010 e ha generato circa $ 2 miliardi in vendite annuali.

Utilizzando i dati memorizzati in una cartella clinica elettronica che è in vigore da più di un decennio, i ricercatori hanno ottenuto le informazioni su quasi 40.000 pazienti curati da un grande sistema sanitario integrato nel nordest degli Stati Uniti.

La ricerca ha incluso 10.531 utenti sonnifero che sono stati prescritti i farmaci per una media di 2,5 anni e 23.674 partecipanti di controllo che non sono stati prescritti i farmaci. Informazione proveniva da visite ambulatoriali effettuate tra 1 gennaio, 2002, e 30 Settembre 2006.

"E 'importante notare che i nostri risultati si basano su dati osservazionali, quindi, anche se abbiamo fatto tutto il possibile per assicurare la loro validità, è ancora possibile che altri fattori spiegano le associazioni," ha detto il co-autore Lawrence Kline, DO, che è direttore medico del Viterbi Famiglia Sonno Center. "Ci auguriamo che il nostro lavoro stimolerà ulteriori ricerche in questo settore con informazioni provenienti da altre popolazioni."

Finanziamento per lo studio è venuto dal Health Foundation Scripps e altre fonti filantropiche.

Alternative ai farmaci

La ricerca dovrebbe indurre i medici a considerare alternative ai farmaci ipnotici, Dr. Kline ha detto.

I medici del Viterbi Famiglia Sonno Centro si concentrano sulla terapia cognitivo che insegna i pazienti a comprendere meglio la natura di sonno. Ad esempio, alcune persone che soffrono d'insonnia potrebbero richiedere meno di otto ore di sonno comunemente raccomandate per ogni notte.

I pazienti possono anche beneficiare di praticare buone abitudini di sonno e relax, nonché sfruttando orologio naturale del corpo, che è guidato dal sorgere e tramontare del sole, Dr. Kline ha detto. "Capire come utilizzare il ritmo circadiano è uno strumento molto potente che non richiede una prescrizione", ha detto.

Quando i risultati insonnia da problemi emotivi come la depressione, i medici dovrebbero trattare il disturbo psicologico piuttosto che prescrivere sonniferi che potrebbero rivelarsi dannose, Dr. Kripke ha detto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha