L'obesità in madri altera il peso dei neonati attraverso ricablaggio cervello

Giugno 10, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Madri obese hanno maggiori probabilità di avere figli con malattie metaboliche come il diabete rispetto a madri sottili, ma le ragioni molecolari e cellulari alla base di questo effetto sono stati poco chiari. Uno studio pubblicato da Cell Press il 23 gennaio sulla rivista Cell rivela che la prole di madri topo con una dieta ad alto contenuto di grassi sono predisposti per l'obesità e il diabete a causa dei circuiti neuronali anomali nell'ipotalamo - una regione chiave del cervello che regola il metabolismo. I risultati suggeriscono che le madri che consumano una grande quantità di grasso durante il terzo trimestre possono essere mettendo i loro bambini a rischio per l'obesità permanente e disturbi metabolici correlati.

"Il nostro studio suggerisce che le madri in attesa possono avere grande impatto sulla salute metabolica a lungo termine dei loro figli, controllando opportunamente l'alimentazione durante questo periodo critico dello sviluppo della prole", dice l'autore dello studio Tamas Horvath della Scuola di Medicina dell'Università di Yale.

Più di un terzo dei bambini e degli adolescenti sono in sovrappeso o obesi, e quindi sono a rischio per problemi di salute a lungo termine come il diabete di tipo 2. Gli studi sull'uomo hanno dimostrato che le madri che sono obesi o hanno il diabete mettere i loro bambini a rischio per problemi metabolici, ma i ricercatori non hanno già identificato i circuiti cerebrali che mediano esatte questo effetto, noto come la programmazione metabolica. Inoltre, studi precedenti non sono riusciti a individuare la fase più critica della gravidanza, durante il quale la nutrizione materna ha il maggiore impatto sulla salute prole.




Per rispondere a queste domande, Horvath ha collaborato con Jens Brüning dell'Istituto Max Planck per la ricerca neurologica e l'Università di Colonia per sviluppare un modello murino di programmazione metabolica. Essi hanno scoperto che le madri topo nutriti con una dieta ad alto contenuto di grassi durante l'allattamento ha avuto figli con connessioni neuronali anomale nell'ipotalamo, nonché segnalazione dell'insulina modificato in questo circuito cerebrale. Come risultato, i discendenti rimasti in sovrappeso e aveva anomalie nel metabolismo del glucosio nel corso della loro vita adulta.

A causa delle differenze di sviluppo tra le specie - circuiti neurali nell'ipotalamo continuano a svilupparsi dopo la nascita nei topi, ma sono pienamente sviluppate prima della nascita negli esseri umani - i risultati suggeriscono che il terzo trimestre di gravidanza negli esseri umani è la vetrina più importante il tempo per una madre nutrizione per avere effetti duraturi sulla salute della sua prole.

"Dato che il diabete gestazionale si manifesta frequentemente durante il terzo trimestre, i nostri risultati indicano verso la necessità di screening più intensa delle madri per il metabolismo del glucosio alterato, così come la terapia antidiabetica strettamente controllato se tutte le modifiche vengono rilevati durante questo periodo critico", dice Brüning.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha