L'obesità porta ad attività fisica ridotta nel tempo

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Così esercizio BYU scienza professor Larry Tucker ha deciso di guardare l'altro lato dell'equazione per determinare se l'obesità porta ad una minore attività. I risultati, non è una sorpresa, ha confermato quello che tutti ha assunto per anni.

"La maggior parte delle persone ne parlano come se fosse un ciclo", ha detto Tucker, Senior-autore di uno studio che compaiono on line prima della stampa nella rivista Obesity. "La metà del ciclo è stato studiato quasi senza limiti. Questo è il primo studio di questo tipo, in molti modi, guardando l'obesità conduce a diminuzioni di attività fisica nel tempo."




Per studiare questo effetto reciproco oggettivamente, i ricercatori hanno attaccato un accelerometro a più di 250 partecipanti. Accelerometri misurano movimento effettivo e l'intensità dell'attività. Studi precedenti si sono basati su dati auto-riportati meno affidabili.

"Circa il 35 per cento della popolazione riferisce che sono regolarmente attivi", ha detto Tucker. "Quando effettivamente messo un accelerometro su adulti e li segue per molti giorni, solo il 5 al 7 per cento sono in realtà regolarmente attivi. Abbiamo usato una misura oggettiva e quindi abbiamo potuto determinare vero e proprio movimento, non solo un pio desiderio."

I partecipanti femmina 254 - 124 dei quali sono stati considerati obesi - stati istruiti a portare l'accelerometro per sette giorni consecutivi all'inizio dello studio, e poi ancora per una settimana in più 20 mesi dopo, al termine dello studio.

In media, l'attività fisica nei partecipanti obesi è sceso dell'8 per cento nel corso di 20 mesi. Ciò equivale a diminuire moderata a vigorosa attività fisica da 28 minuti a settimana. Al contrario, le donne non-obese hanno dimostrato essenzialmente nessun cambiamento nella quantità di attività fisica che stavano partecipando a settimana.

Questi risultati non sono stati scioccante per i ricercatori, che hanno assunto questo studio confermerebbe il ciclo distruttivo; tuttavia, non fornisce una maggiore comprensione di come funziona il ciclo e come può essere fermato. Offre inoltre informazioni aggiuntive nella misura di metodi ricercatori usano e come auto-reporting in grado di produrre risultati imprecisi.

"Non è la scienza a razzo, ed è molto logico", ha detto Tucker. "E 'solo che non è stata studiata utilizzando metodi di misurazione di alta qualità e con un grande campione. Questo fornisce agli scienziati più munizioni per capire come l'inattività porta ad aumento di peso e aumento di peso porta a meno attività. Questo ciclo, o spirale, è probabilmente continua in decenni di vita. "

Tucker è un professore e epidemiologo che ha condotto molti studi sull'obesità ei suoi fattori.

Jared M. Tucker, uno studente laureato, al momento, è l'autore principale sulla carta. Insieme a Larry Tucker, esercitare i professori di scienze James LeCheminant e Bruce Bailey erano coautori sulla carta.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha