L'uso a lungo termine di alcune iniezioni di contraccezione associati ad un aumento del rischio di fratture

Giugno 4, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un nuovo studio presentato il 6 maggio al Congresso Mondiale sulla osteoporosi (IOF WCO-ECCEO10) a Firenze, l'Italia mostra che DMPA, un contraccettivo iniettabile comunemente usato, è associato a un maggior rischio di frattura ossea se usato da solo, e non in combinazione con estrogeni .

Medrossiprogesterone acetato depot (DMPA) è un farmaco solo progestinici lunga durata d'azione reversibile contraccettivo ormonale di controllo delle nascite che viene iniettato ogni 3 mesi. E 'utilizzato da più di 9 milioni di donne in tutto il mondo, con un elevato utilizzo tra gli adolescenti in Europa e negli Stati Uniti. Studi precedenti hanno dimostrato che l'uso di DMPA è associata all'acquisizione osseo compromessa durante l'adolescenza e la perdita ossea accelerata più tardi nella vita, soprattutto nelle donne più giovani con bassi livelli di estrogeni. Tuttavia, pochi studi hanno esaminato l'impatto del DMPA sul rischio di frattura.

Lo studio, condotto da ricercatori presso l'Ospedale Universitario di Basilea, la Svizzera e il Medical Center di Boston University, Lexington, Stati Uniti d'America, utilizzato un'analisi caso-controllo per valutare la relazione tra l'uso a lungo termine di DMPA, con o senza estrogeni, e il rischio di fratture. I risultati mostrano che in donne sotto dei 50 anni di età, uso a lungo termine di DMPA di due o più anni è associato ad un aumentato rischio di frattura 50%. Per gli utenti di contraccettivi orali combinati rischio di frattura contenente estrogeni non è stato aumentato.




OC7 - pubblicato in Osteoporosi Internazionale Vol. 21 Sup. 1

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha