L'uso di alcuni farmaci antivirali in gravidanza non legata a più alto rischio di difetti maggiori alla nascita, studio suggerisce

Aprile 28, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'analisi dei dati provenienti dalla Danimarca non trova associato aumento del rischio di difetti maggiori alla nascita per le donne che sono stati esposti durante il primo trimestre di gravidanza e il aciclovir farmaci antivirali, valaciclovir e famciclovir, spesso usato per trattare le infezioni da herpes simplex e herpes zoster, secondo uno studio nel 25 agosto del JAMA.

La prevalenza di herpes simplex è elevato, e più di 1 per cento di donne suscettibili acquisire herpes simplex durante il primo trimestre di gravidanza, con trattamento antivirale indicato per un numero significativo di donne in gravidanza. "Anche se la sicurezza di aciclovir, valaciclovir e famciclovir in generale è stato ben definito, i dati sull'uso di questi farmaci antivirali in gravidanza iniziale sono limitati," scrivono gli autori.

Bjorn Pasternak, MD, Ph.D., e Anders Hviid, M.Sc., Dr.Med.Sci., Di Statens Serum Institut, Copenhagen, in Danimarca, hanno condotto uno studio basato sul Registro per valutare le associazioni tra aciclovir, valaciclovir, e famciclovir utilizzare nel primo trimestre di gravidanza e difetti maggiori alla nascita. Lo studio ha incluso 837.795 nati vivi in ​​Danimarca dal gennaio 1996 al settembre 2008. I partecipanti non avevano diagnosi di aberrazioni cromosomiche, sindromi genetiche, congenite sindromi difetti con cause note, o infezioni virali congenite. Registri a livello nazionale sono stati utilizzati per l'accertamento di informazioni a livello individuale su farmaci antivirali dispensati, nascita diagnosi di errori e potenziali fattori di confondimento (fattori che possono influenzare i risultati).




Tra 1.804 gravidanze esposte a aciclovir, valaciclovir, o famciclovir in qualsiasi momento, nel primo trimestre, 40 bambini (2,2 per cento) avevano una diagnosi di un grave difetto di nascita, rispetto ai 19.920 di 835.991 bambini (2,4 per cento) tra le gravidanze esposte. Regolazione per diverse variabili, aciclovir, valaciclovir, o l'esposizione famciclovir in qualsiasi momento nel primo trimestre non è stata associata ad un aumentato rischio di difetti maggiori alla nascita. Uso Primo trimestre di acyclovir, l'antivirale più comunemente prescritti, non è stata associata con difetti maggiori alla nascita (32 casi tra i 1.561 esposti [2,0 per cento] vs 2,4 per cento nel non esposto). Né valaciclovir (7 su 229 bambini [3,1 per cento]) né famciclovir (1 su 26 bambini [3,8 per cento]) sono stati associati con difetti maggiori alla nascita, anche se l'uso di famciclovir era raro.

Ulteriori analisi hanno rivelato alcuna associazione tra esposizione ai farmaci antivirali e 13 diversi sottogruppi di difetti alla nascita, ma il numero di casi esposti in ogni sottogruppo era piccola.

"Il nostro studio, a nostra conoscenza il più grande del suo genere, ha trovato alcuna associazione significativa tra l'esposizione del primo trimestre a farmaci antivirali antiherpetic e difetti maggiori alla nascita. Di conseguenza, ha implicazioni cliniche immediate e può supportare decisioni informate in materia di sicurezza in caso di prescrizione di farmaci antivirali per l'herpes infezioni in gravidanza iniziale. Aciclovir è l'antivirale più ampiamente documentata e dovrebbe quindi essere il farmaco di scelta in gravidanza precoce, mentre i dati sulla valaciclovir e famciclovir sono ancora insufficienti. La ricerca futura sulle antivirali antiherpetic e la salute materno-infantile dovrebbero includere studi di sicurezza per quanto riguarda di aborto spontaneo e parto pretermine, e durante l'allattamento ", concludono gli autori.

Editoriale: Esposizione e nascita Acyclovir difetti - un importante passo avanti, ma ne sono necessarie

In un editoriale di accompagnamento, James L. Mills, MD, MS, e Tonia C. Carter, Ph.D., del National Institutes of Health, Bethesda, Md., Commentare i risultati di questo studio.

"Lo studio di Pasternak e Hviid è utile per dimostrare la sicurezza di aciclovir in gravidanza, ma ulteriori strategie deve essere sviluppato per risolvere le questioni in sospeso. In un'epoca in cui il sistema di assistenza sanitaria negli Stati Uniti si trova ad affrontare enormi sfide finanziarie, è importante non ignorare le fonti di dati che potrebbero rispondere alle domande mediche critiche. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha