L'uso ricreativo di HIV farmaco antiretrovirale legata alla sua psicoattività

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 83
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Più di 1 su 270 persone negli Stati Uniti vivono con l'HIV e ogni 9,5 minuti qualcuno è altro è infetto. Le stime dei costi economici connessi con l'HIV/AIDS superano 36 miliardi di dollari l'anno. Lo sviluppo di trattamenti farmacologici efficaci hanno permesso alle persone sieropositive di vivere più a lungo con i funzionari federali di salute ora prevedono che entro il 2015 metà della popolazione con l'HIV negli Stati Uniti sarà più di 50 anni.

Efavirenz (nomi commerciali: Sustiva®, Stocrin®) è una (ARV) farmaco antiretrovirale comunemente usato per il trattamento di HIV. La sua popolarità come un farmaco, da solo o più comunemente in combinazione con altri farmaci anti-HIV (nome commerciale: Atripla®), è dovuto alla sua efficacia superiore nel sopprimere la replicazione del virus che causa l'AIDS. Anche se molto efficace, una dose standard di efavirenz è noto per portare un rischio di effetti collaterali, che comprendono le complicanze avverse neuropsichiatriche come la depressione, l'ansia, disturbi del sonno, difficoltà di concentrazione, comportamento aggressivo, terrori notturni, allucinazioni, paranoia, psicosi e deliri. Tuttavia, la questione rimane sul perché si verificano questi effetti collaterali. Recenti rapporti aneddotici di uso ricreativo di efavirenz fornito alcuni indizi.

Dr. John A. Schetz presso la University of North Texas Health Science Center a Fort Worth, Texas, utilizza un approccio meccanicistico per risolvere i problemi e di rispondere alle domande di importanza per la società. Come neuropharmacologist lavoro per scoprire e sviluppare nuovi farmaci per il trattamento dei disturbi neurologici e psichiatrici, la sua esperienza e l'intuizione ha aiutato a risolvere il mistero del perché efavirenz, se assunto come prescritto, può causare eventi avversi psichiatrici, così come il motivo per cui ci sono rapporti di efavirenz siano dirottati per uso ricreativo. La pratica più tardi potrebbe incoraggiare l'emergere di ceppi di HIV resistenti ARV educando il virus HIV.




L'interesse di Dr. Schetz è stata innescata da una notizia di rete che copre l'argomento di ARV abusi in Sud Africa. Il rapporto ha descritto come pillole usati per trattare l'HIV venivano schiacciati e la polvere fumato per i suoi effetti psicoattivi. Anche se non ci sono stati studi scientifici sul tema, il dottor Schetz era a conoscenza di studi che descrivono gli effetti collaterali neuropsichiatrici in pazienti affetti da HIV che assumono il farmaco come prescritto, così come segnalazioni di casi di improvvisi eventi avversi psichiatrici insorgenza in pazienti senza storia di malattia mentale. Tuttavia, i risultati degli studi di ricerca hanno suggerito che la popolazione di pazienti più tardi sono stati geneticamente predisposti perché hanno varianti meno efficace l'enzima principale responsabile per metabolizzare efavirenz, che porta a molto più lento del previsto ripartizione di efavirenz, e di conseguenza più elevati del previsto livelli di droga nel corpo . Dr. Schetz avviato la sua indagine con profilo molecolare della farmacologia del recettore di efavirenz che conducono alla individuazione di interazioni con più siti con sede di azione di altri farmaci noti di abuso. Lui e alcuni suoi colleghi hanno lavorato insieme per raggiungere una comprensione pre-clinica della psicoattività indotta da efavirenz che può aiutare a spiegare i rapporti sia dei suoi negativi effetti collaterali neuropsichiatrici in pazienti affetti da HIV e del suo diversione per uso ricreativo.

Il lavoro del Dr. Schetz è il primo studio mai dei meccanismi di psicofarmacologia di efavirenz e queste nuove scoperte aiuteranno a stimolare interesse a sostenere ulteriori ricerche relative al meccanismo di ARV effetti collaterali e potenziali abusi. Ciò aiutare a tradurre i risultati pre-clinici in misure preventive affrontare l'HIV farmaco-indotta effetti collaterali in pazienti affetti da HIV. Inoltre, le strategie di prevenzione dovrebbero migliorare l'aderenza del paziente e la qualità della vita, ridurre il rischio potenziale per l'emergere di ceppi resistenti ai farmaci HIV, e potrebbe prevenire la diversione dei farmaci anti-HIV per uso illecito. "

I suoi risultati saranno presentati 21 Aprile 2012 durante Experimental Biology 2013 a Boston, MA.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha