La chirurgia è un'opzione per alcuni pazienti che sperano di ottenere un buon riposo di notte, ritrovamenti di studio

Giugno 9, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Secondo una ricerca pubblicata di recente da uno scienziato Oregon Health & Science University, una forma di chirurgia chiamato uvopalatopharyngoplasty è efficace per il trattamento di pazienti che soffrono di apnea del sonno, uno dei disturbi del sonno più comuni. La ricerca, condotta in collaborazione con gli scienziati della Mayo Clinic, è pubblicato nel numero di settembre della Mayo Clinic Proceedings.

L'apnea notturna è un disturbo comune in cui i tessuti nella parte posteriore della gola crollo temporaneamente durante il sonno. Questo fa sì che la respirazione per fermare ripetutamente e iniziare durante la notte e spesso porta a dormire di scarsa qualità e sonnolenza diurna. Si stima che circa il 4 per cento degli uomini e il 2 per cento delle donne soffrono di apnea del sonno. In molti casi, i pazienti di apnea del sonno sono prescritti una macchina a pressione positiva continua, o CPAP. La macchina contrasta gli effetti di apnea del sonno, costringendo le vie aeree di rimanere aperti soffiando aria attraverso i tessuti della gola con una maschera facciale.

"Il dispositivo CPAP può essere una forma efficace di trattamento", ha spiegato Akram Khan, MD, un assistente professore di pneumologia e terapia cura nella OHSU School of Medicine. "Tuttavia, molti pazienti riferiscono di avere difficoltà ad addormentarsi mentre indossa la maschera o prendono il dispositivo dopo solo poche ore di sonno. Questa ultima ricerca ci aiuta a identificare i pazienti che sono i migliori candidati per la chirurgia come alternativa a una CPAP . In particolare, siamo stati in grado di identificare i pazienti i cui apnea del sonno sarebbe probabilmente notevolmente diminuita o risolti ricevendo chirurgia uvopalatopharyngoplasty. "




La procedura prevede una tonsillectomia con ulteriore intervento chirurgico per il palato e ugola. Questo viene fatto per diminuire la costrizione dei tessuti gola durante il sonno.

Osservando i risultati degli studi del sonno per 63 pazienti diverse settimane chirurgia pre e post presso la Mayo Clinic, Khan ed i suoi colleghi hanno trovato ci sono alcune caratteristiche del paziente che possono aumentare la probabilità di un risultato chirurgico di successo. Per esempio, i pazienti che sono giovani e hanno un indice di massa corporea (BMI) nel normale intervallo leggermente obesi hanno maggiori probabilità di avere un esito positivo.

La ricerca suggerisce inoltre che i candidati chirurgici con la maggiore probabilità di successo avrebbe un livello moderato di respirazione fermi all'ora - denominato apnea-ipopnea (AHI) indice. Essi suggeriscono che un paziente con una gamma AHI di 30 a 35 episodi per ora sarebbero i migliori candidati per la chirurgia.

"Crediamo che per un certo segmento di pazienti con apnea del sonno, questa ricerca dimostra che la chirurgia è una valida alternativa alla CPAP", ha aggiunto Khan. Si tratta di informazioni importanti per i medici in quanto discutono possibili terapie di apnea del sonno con i loro pazienti. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha