La ketamina può alleviare la depressione rapidamente per le persone con disturbo bipolare resistente al trattamento

Aprile 24, 2016 Admin Salute 0 36
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una singola dose per via endovenosa di ketamina anestetico sembra ridurre i sintomi della depressione in 40 minuti, tra le persone con disturbo bipolare che non hanno risposto ad altri trattamenti, secondo un rapporto nel numero di agosto di Archives of General Psychiatry.

"Il disturbo bipolare è una delle più gravi disturbi psichiatrici e si posiziona tra le prime 10 cause di disabilità medici di tutto il mondo", gli autori scrivono come informazioni di base nell'articolo. Circa il 4 per cento degli americani si svilupperà disturbo bipolare nella loro vita, e sintomi depressivi dominare per la maggior parte del decorso della malattia. Diversi trattamenti per la depressione bipolare sono attualmente approvati, ma alcuni pazienti non rispondono a queste terapie, nonostante prove adeguate. Inoltre, i trattamenti esistenti sono associati con un ritardo di insorgenza; maggior parte dei pazienti non rispondono entro la prima settimana di terapia, con conseguente notevole aumento del rischio di malattia e di suicidio.

Uno dei motivi per la mancanza di terapie migliori è una comprensione limitata della base neurobiologica del disturbo bipolare, gli autori della nota. Tuttavia, recenti ricerche suggeriscono disfunzione nel sistema di glutamatergico del cervello - che svolge un ruolo nel trattamento delle informazioni e la formazione della memoria - può contribuire. . Nancy Diazgranados, MD, MS, e colleghi presso l'Istituto Nazionale di Salute Mentale, Bethesda, Md, hanno valutato l'efficacia di un modulatore di questo sistema - cloridrato ketamina, comunemente usato come anestetico - per la depressione bipolare.




Da ottobre 2006 a giugno 2009, 18 partecipanti con depressione bipolare che non era riuscita a rispondere al litio o valproato farmaci hanno ricevuto una infusione endovenosa di una ketamina o un placebo per due giorni di test di due settimane. L'ordine delle infusioni è stato assegnato in modo casuale. I partecipanti sono stati valutati usando una scala di valutazione della depressione prima di ogni iniezione e poi 40, 80, 120 e 230 minuti e uno, due, tre, sette, 10 e 14 giorni dopo.

Entro 40 minuti, quelli che hanno ricevuto la ketamina sperimentato un significativo miglioramento dei sintomi depressivi rispetto a coloro che hanno preso il placebo, un miglioramento che era più grande a due giorni ed è rimasto significativo attraverso tre giorni. Ad un certo punto durante il corso del processo, il 71 per cento dei partecipanti ha risposto a ketamina e 6 per cento risposto al placebo.

"Questi risultati sono particolarmente degni di nota in quanto una parte sostanziale dei partecipanti allo studio era stato prescritto regimi politerapia complesse in passato con fallimenti del trattamento sostanziali," scrivono gli autori. "La media [media] numero di prove antidepressivi passati sette anni, e oltre il 55 per cento dei partecipanti non hanno risposto alla terapia elettroconvulsiva. Il bilancio di questa malattia prolungata e refrattario ai soggetti è stato evidente, in quanto i due terzi dei partecipanti sono stati sulla disabilità psichiatrica e quasi tutti erano disoccupati. "

Nessun effetto avversi gravi sono stati riportati durante lo studio. I risultati avvalorano l'ipotesi che il sistema del glutammato è implicato nello sviluppo del disturbo bipolare, e che bersaglia può portare a migliori terapie. "La ricerca futura dovrà affrontare se le differenze nella cinetica associati alla somministrazione per via endovenosa - che permette un assorbimento più rapido ed evita il metabolismo epatico - sono importanti o necessarie per rapidi effetti antidepressivi si verifichino," scrivono gli autori. Inoltre, "gli studi futuri dovrebbero esaminare le strategie per il mantenimento a lungo termine di una rapida risposta antidepressiva di ketamina."

Il finanziamento per questo lavoro è stato sostenuto dal programma di ricerca intramurale al NIMH, National Institutes of Health, Dipartimento di Salute e Servizi Umani, e da una Alleanza Nazionale per la Ricerca sulla Depressione e schizofrenia Award.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha