La maggior parte dei pazienti sopravvivono cancro alla tiroide comune indipendentemente dal trattamento

Marzo 20, 2016 Admin Salute 0 13
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli individui con carcinoma papillare della tiroide, che non si è diffuso oltre la ghiandola tiroide sembrano avere risultati favorevoli, indipendentemente dal fatto che essi ricevano un trattamento entro il primo anno dopo la diagnosi, secondo un rapporto nel numero di maggio di Archives of Otolaryngology-Head & Neck Surgery, una delle JAMA/Archivi riviste.

Carcinoma papillare della tiroide si trova comunemente sulla autopsia tra gli individui che sono morti per altre cause, in base alle informazioni in questo articolo. "Gli studi pubblicati già nel 1947 hanno dimostrato, e più recentemente, un rapporto ha mostrato che quasi ogni tiroide potrebbe essere trovato per avere un cancro se esaminata attentamente," scrivono gli autori. "L'avvento di ecografia e agoaspirato biopsia ha permesso a molti tipi di cancro non rilevate in precedenza per essere identificati, cambiando l'epidemiologia della malattia. Negli ultimi 30 anni, l'incidenza rilevata di cancro alla tiroide è aumentata di tre volte, l'intero aumento imputabile al cancro papillare della tiroide e il 87% dell'aumento imputabile ai tumori che misurano meno di 2 centimetri. "

Louise Davies, MD, MS, di Dartmouth Medical School, Hanover, NH e Gilbert Welch, MD, MPH, sia anche di Department of Veterans Affairs Medical Center, White River Junction, Vt., E l'Istituto Dartmouth per la politica sanitaria e pratica clinica , Hannover, ha studiato casi di cancro e di trattamento dei dati individuali dai registri del National Cancer Institute. Hanno poi rintracciato la causa della morte attraverso la Vital Statistics Sistema Nazionale.




I ricercatori hanno identificato 35.663 pazienti con carcinoma papillare della tiroide, che non si era diffuso ai linfonodi o di altri settori al momento della diagnosi. Di questi, 440 (1,2 per cento) non ha subito immediato, trattamento definitivo. Su una media di sei anni di follow-up, sei di questi pazienti sono morti di loro cancro. Questo non era significativamente differente dal tasso di morte per cancro tra le 35.223 persone che hanno fatto subire trattamenti (161 su una media di 7,6 anni di follow-up).

Il tasso di sopravvivenza a 20 anni di cancro è stata stimata in 97 per cento per coloro che non hanno ricevuto il trattamento e il 99 per cento per coloro che ha fatto. "Questi dati aiutano a mettere le decisioni di gestione sul cancro della tiroide papillare localizzato in prospettiva: i tumori tiroidei papillari di qualsiasi dimensione che si limitino alla ghiandola tiroide, non hanno metastasi linfonodali alla presentazione e non mostrano l'estensione extraghiandolare [andare oltre la ghiandola tiroidea] sono non si prestano a morte a causa del cancro, "scrivono gli autori.

"Così, i medici ei pazienti devono sentirsi a proprio agio in considerazione la possibilità di osservare per un anno o più tumori che rientrano in questa categoria", che concludere. "Quando viene eletto trattamento, i tumori in questa categoria possono essere gestiti sia con emitiroidectomia [rimozione di parte della tiroide] o tiroidectomia totale [rimozione della ghiandola completa], e la prognosi sarà lo stesso."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha