La mancanza di accesso al cibo sano può contribuire alla disparità di salute nella malattia renale

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Trasformati e fast food arricchiti con additivi di fosforo possono svolgere un ruolo nella disparità di salute nella malattia renale cronica, secondo uno studio che appare in un prossimo numero del Journal of American Society of Nephrology (JASN). In precedenza, la genetica era considerato il leader ragione neri sono quattro volte più probabilità di progredire a fine malattia renale allo stadio rispetto ai bianchi e hanno tassi molto più alti di malattia cardiovascolare e di mortalità nella malattia precoce renale cronica (CKD).

Fosforo, un minerale che si trova naturalmente in alimenti come latte, formaggio, fagioli e burro di arachidi, è essenziale per la formazione delle ossa e dei denti, così come la produzione di energia e la formazione delle membrane cellulari. Dal momento che i reni espellono fosfato in eccesso, i pazienti con CKD possono sviluppare un aumento dei livelli ematici di fosfato, o iperfosfatemia. I produttori aggiungono fosfati per alimenti per dare loro una vita più lunga e renderli più appetibili.

Orlando M. Gutierrez, MD, MMSc, ​​autore principale; Myles Wolf, MD, MMSc, ​​autore senior; (Università di Miami Medical School) e colleghi hanno analizzato i livelli di fosfato nel sangue dei pazienti che partecipano alla cronica insufficienza renale Cohort Study (CRIC), uno studio di coorte prospettico stabilito dal National Institute of Diabetes e Digestiva e Malattie renali (NIDDK) per esaminare fattori di rischio per la progressione della malattia renale e malattie cardiovascolari nei pazienti con malattia renale cronica.




"Molti studi hanno dimostrato che un elevato livello di fosfato nel sangue è associato a esiti avversi nei pazienti con malattia renale cronica e che i neri hanno livelli più elevati di fosfato bianchi, ma non abbiamo capito il motivo per cui i livelli sono più alti nei neri", ha detto Lupo. "Il nostro lavoro precedente nella popolazione generale ha suggerito che la povertà era legata ad un livello più elevato di fosfato, quindi abbiamo deciso di approfondire questo proposito nel contesto di malattia renale cronica."

Tra i 3.612 razzialmente ed etnicamente diversi partecipanti, quelli con i redditi più bassi e quelli che erano disoccupati avevano concentrazioni di fosfato nel sangue più elevate rispetto ai partecipanti con reddito più elevato e di occupazione. Inoltre, non vi era alcuna differenza nei livelli di fosfato dalla gara quando sono stati confrontati solo i neri e bianchi nel gruppo di reddito più basso. I ricercatori hanno concluso che la nota differenza razziale dei livelli di fosfati è in gran parte determinata da differenze di status socio-economico.

Portare a casa il messaggio: "Per i pazienti a basso reddito, l'accesso alle scelte alimentari sane è limitato, quindi la loro dieta tende ad essere costituito da alimenti trasformati e veloci fortemente arricchiti con additivi fosforo altamente assorbibili,", ha detto Gutierrez. "La quantità di additivi fosforo negli alimenti non è sempre presente, così la gente inconsapevolmente ingerire più di fosforo di quello che probabilmente dovrebbe."

Co-autori: Cheryl Anderson, PhD, MS; Tamara Isakova, MD, MMSc; Julia Scialla, MD, Lavinia Negrea, MD; Amanda Hyre Anderson, PhD, MPH; Keith Bellovich, DO; Jing Chen, MD, MSc; Nancy Robinson, PhD; Akinlolu Ojo, MD, PhD; James Lash, MD; Harold I. Feldman, MD, MSCE.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha