La mancanza di sonno altera ormoni, metabolismo, simula effetti dell'invecchiamento

Marzo 17, 2016 Admin Salute 0 12
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Perdita di sonno cronica può ridurre la capacità di anche giovani adulti di svolgere funzioni metaboliche di base, come l'elaborazione e carboidrati stoccaggio o regolare la secrezione di ormoni, i ricercatori relazione della University of Chicago Medical Center nel 23 ottobre numero di The Lancet. Tagli dalle otto in giù a quattro ore standard di sonno ogni notte ha prodotto notevoli cambiamenti nella funzione endocrina tolleranza e al glucosio - cambiamenti che sembravano gli effetti dell'età avanzata o le prime fasi del diabete - dopo meno di una settimana.

Sebbene molti studi hanno esaminato gli effetti a breve termine di acuta, deprivazione di sonno totale sul cervello, questo è il primo a studiare l'impatto di cronica, perdita parziale sonno sul corpo valutando la secrezione dell'ormone metabolismo e dei soggetti sottoposti a dormire restrizione e dopo il recupero del sonno.

"Abbiamo scoperto che i metaboliche ed endocrine variazioni derivanti da un significativo debito di sonno imitano molte delle caratteristiche di invecchiamento", ha detto Eva Van Cauter, Ph.D., professore di medicina presso l'Università di Chicago e direttore dello studio. "Abbiamo il sospetto che la perdita di sonno cronica può non solo accelerare l'inizio, ma potrebbe anche aumentare la gravità delle malattie legate all'età come il diabete, l'ipertensione, l'obesità e la perdita di memoria."




Tagli su sonno è una risposta estremamente comune alle pressioni di tempo delle società industriali moderne. La notte di sonno in media del diminuito da circa nove ore nel 1910 a circa 7,5 ore nel 1975, una tendenza che continua. Milioni di lavoratori a turni media meno di cinque ore al giorno di lavoro. Precedenti studi, tuttavia, hanno misurato solo le conseguenze cognitive di perdita di sonno.

Van Cauter e colleghi Karine Spiegel e Rachel Leproult scelto di concentrarsi invece sugli effetti fisiologici della perdita di sonno, come la privazione del sonno alterato le funzioni corporee di base che regolano tali livelli di zucchero nel sangue, la memorizzazione via energia dal cibo e la produzione di diversi ormoni.

Hanno seguito 11 giovani uomini sani per 16 notti consecutive. Le prime tre notti i soggetti sono stati autorizzati a dormire per otto ore, 11:00-07:00 I prossimi sei notti hanno dormito quattro ore 1:00-05:00 I seguenti sette notti hanno trascorso 12 ore a letto, dalle 9 alle 09:00 Tutti i soggetti ricevuto diete identiche.

I ricercatori hanno valutato lo stato di veglia costantemente e la frequenza cardiaca di ciascun volontario. Hanno eseguito studi del sonno nelle ultime due notti di otto ore, le ultime due notti di quattro ore, e le prime e le ultime due notti di 12 ore. Hanno eseguito test di tolleranza al glucosio il quinto giorno di privazione del sonno e il quinto giorno di recupero sonno e monitorati i livelli di glucosio e di ormone ogni 30 minuti il ​​sesto giorno di privazione e di recupero.

Hanno trovato profonde alterazioni del metabolismo del glucosio, in alcune situazioni simili a pazienti affetti da diabete di tipo 2, durante la privazione del sonno. Quando la prova durante il culmine del loro debito di sonno, i soggetti hanno avuto il 40 per cento più lungo del normale per regolare i livelli di zucchero nel sangue dopo un pasto ricco di carboidrati. La loro capacità di secernere insulina e di rispondere all'insulina sia diminuita di circa il 30 per cento. Una riduzione simile in risposta insulinica acuta è un indicatore precoce del diabete.

Le differenze sono state particolarmente evidenti durante il test la mattina. "In condizioni di debito di sonno, i nostri giovani soggetti magri avrebbero risposto a un test di tolleranza al glucosio mattina in modo coerente con gli attuali criteri diagnostici per la tolleranza al glucosio," nota gli autori. Ridotta tolleranza al glucosio è un sintomo precoce di diabete.

La privazione del sonno anche alterato la produzione e l'azione di altri ormoni, smorzando la secrezione di ormone stimolante la tiroide e aumentare i livelli ematici di cortisolo, soprattutto durante il pomeriggio e la sera. Elevati livelli di cortisolo sera sono tipici di soggetti molto anziani e si pensa siano legate a problemi di salute legati all'età, come la resistenza all'insulina e disturbi della memoria.

Tutte queste anomalie rapidamente restituito al basale durante il periodo di recupero, quando i soggetti hanno trascorso 12 ore a letto. In realtà, come i soggetti hanno trascorso più di otto ore a notte a letto, i loro valori di laboratorio sono andati oltre gli standard "normali" o di base, suggerendo che anche otto ore di sonno non produce lo Stato completamente riposato. I giovani adulti possono funzionare meglio, dopo più di otto ore di riposo ogni notte.

"Mentre la funzione primaria del sonno può benissimo essere il restauro cerebrale," nota gli autori, "i nostri risultati indicano che la perdita di sonno ha anche conseguenze per la funzione di periferica che, se mantenuto cronicamente, possono avere effetti negativi sulla salute a lungo termine."

Finanziamento per questo studio è stato fornito dalla Rete di ricerca sul corpo-mente interazioni della Fondazione MacArthur (Chicago), la US Air Force Office of ricerca scientifica e il National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha