La misurazione del rischio di osteoporosi delle donne

Maggio 2, 2016 Admin Salute 0 0
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Per le donne di sfondi razziali o etniche miste, un nuovo metodo per misurare la salute delle ossa può migliorare le probabilità di diagnosticare correttamente il rischio di osteoporosi e fratture ossee, secondo uno studio UCLA-led.

Attualmente, valutando l'osteoporosi e il rischio di fratture da piccoli incidenti, come cadute richiede una scansione della densità ossea. Ma poiché queste scansioni non forniscono altre informazioni relative frattura rilevante, come la dimensione ossea e la quantità di forza di un osso è sottoposto a durante una caduta, densità ossea di ciascun paziente è esaminato con un database nazionale di persone con la stessa età e razza o etnia.

Questo approccio, però, non funziona per le persone di razza mista o etnia, perché i database di confronto non possono spiegare eredità mista. Un problema analogo esiste per quelli piccoli gruppi razziali o etnici per i quali non esistono banche dati di confronto.




"Tutti gli attuali modi di determinare il rischio di fratture richiedono conoscere la vostra razza ed etnia correttamente, e ignorare il fatto che i gruppi etnici e razziali non sono omogenee," ha detto il co-autore Dr Arun Karlamangla, professore di medicina e la divisione geriatria presso la David Geffen School of Medicine della UCLA. "Vola anche di fronte alla realtà attuale nel sud della California, dove tante persone sono di etnia mista."

Dato che le fratture osteoporosi e dell'anca sono le principali cause di lesioni in persone anziane, sono necessari mezzi alternativi di misurazione del rischio. Ora, un team guidato da UCLA di ricercatori ha trovato un modo di valutazione del rischio senza la conoscenza di razza o origine etnica di una persona. Il metodo consiste nel combinare misure di densità minerale ossea con dimensione del corpo e la dimensione delle ossa per creare indici di resistenza ossea compositi.

I risultati sono pubblicati nel numero di ottobre del Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism.

I ricercatori hanno studiato i dati su quasi 2.000 donne negli Stati Uniti di età compresa tra 42 e 53 che erano del Caucaso, africano eredità americana, giapponese e cinese tra. I dati provengono dallo studio delle salute delle donne in tutta la nazione; UCLA è stato uno dei sette siti che reclutate donne per lo studio.

Utilizzando i nuovi indici di resistenza ossea compositi, i ricercatori hanno verificato come il metodo previsto rischio di fratture in questo gruppo di donne per un periodo di 10 anni. Essi hanno scoperto che quando non hanno preso in considerazione la razza o l'etnia delle donne, sono stati in grado di predire il rischio di frattura con gli indici altrettanto esattamente quanto potrebbero con il metodo tradizionale di combinare misure di densità minerale ossea con la razza e l'etnia informazioni.

"L'importanza della dimensione ossea a rischio di frattura è stato riconosciuto da ingegneri e radiologi per alcuni anni", ha detto il ricercatore principale dello studio, il dottor Shinya Ishii, che ha iniziato la ricerca, mentre un borsista presso la Divisione di Geriatria e UCLA è ora a l'Università di Tokyo. "Ma nessuno, finora, ha la densità ossea combinato, che è la misura tradizionale di osteoporosi, con dimensioni dell'osso e dimensione corpo per ottenere in un modo più uniforme di valutare osteoporosi che si applica attraverso le linee di razza e elimina la necessità di sapere della corsa o della miscela razziale persona. "

I ricercatori hanno notato che ulteriori studi sono necessari per determinare se le stesse misure di resistenza lavoreranno negli uomini. I loro risultati non mostrano anche quanto bene queste misure continueranno a lavorare come donne di età. I risultati dello studio che fare, però, puntano verso un nuovo approccio per la valutazione del rischio di frattura, dicono.

Altri ricercatori inclusi Drs. Gail Greendale, Carolyn Crandall e Mei-Hua Huang di UCLA e Drs. Jane A. Cauley e Michelle E. Danielson dell 'Università di Pittsburgh.

National Institute on Aging (sovvenzioni NR004061; AG012505, AG012535, AG012531, AG012539, AG012546, AG012553, AG012554, AG012495) a SWAN; un National Institute on Aging di sovvenzione (AG026463) per la forza Hip Attraverso la menopausa transizione substudio; il Veterans Affairs Greater Los Angeles Healthcare System Geriatric Research, Education e Centro Clinico, e Geriatria Fellowship Veterans Affairs avanzata sostenuto questa ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha