La predisposizione genetica a piacimento anfetamine riduce il rischio di schizofrenia, ADHD

Marzo 29, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Varianti genetiche associate con godendo gli effetti della d-anfetamina - il principio attivo di Adderall - sono anche associati ad un ridotto rischio di sviluppare la schizofrenia e deficit di attenzione e iperattività (ADHD), gli scienziati relazione presso l'Università di Chicago negli Atti la National Academy of Sciences aprile 7. I risultati supportano una lunga ipotesi che la dopamina, il neurotrasmettitore collegato con gli effetti euforici di anfetamine, è legato alla schizofrenia e ADHD.

"Alcune delle varianti che fanno gradite anfetamine sembrano anche per farvi meno probabilità di sviluppare la schizofrenia e ADHD", ha detto il leader di studio Abraham Palmer, PhD, professore associato di genetica umana presso l'Università di Chicago. "Il nostro studio fornisce nuove informazioni sulla biologia di anfetamine e come si riferisce alla biologia di rischio per queste malattie psichiatriche."

Palmer e la sua squadra in precedenza hanno condotto uno studio di associazione genome-wide (GWAS) per identificare le varianti genetiche associate con sperimentando gli effetti euforici di anfetamine, che è pensato per influenzare il rischio per l'abuso di droga. Quasi 400 i volontari sono stati dati d-anfetamina in un esperimento controllato con placebo in doppio cieco. Essi sono stati poi invitati a riferire come il farmaco li ha fatti sentire attraverso questionari progettati con cura. I ricercatori hanno misurato le differenze genetiche tra questi soggetti in circa un milione di siti in tutto il genoma per identificare le variazioni nel codice DNA noto come polimorfismi a singolo nucleotide, o SNP. Hanno valutato le relazioni tra ciascuno di questi SNP e la sensibilità di anfetamine.




Utilizzando i dati di altri studi GWAS su larga scala, il team ha esaminato questi stessi SNPs per possibili associazioni sovrapposizione con disturbi psichiatrici. Attraverso test statistici rigorosi hanno scoperto che un numero inaspettatamente elevato di SNPs sono stati associati sia con la sensibilità di anfetamine e il rischio di sviluppare la schizofrenia o ADHD. Questo suggerisce che queste caratteristiche sono influenzate da un insieme comune di varianti genetiche. Inoltre, una quota significativa di questa sovrapposizione osservata sembrava essere causata da varianti che hanno aumentato il godimento degli effetti delle anfetamine, ma diminuisce il rischio per entrambe le malattie psichiatriche.

I ricercatori hanno effettuato analisi simili per caratteristiche che non avrebbero dovuto essere legate alla sensibilità anfetamine, come l'altezza, le malattie del colon irritabile e la malattia di Parkinson. In tutti questi casi osservati SNPs più sovrapposizioni di quanto sarebbe stato previsto solo per caso.

"Anche se questo approccio non sarebbe un test diagnostico utile, ci aspettiamo che le persone che amano gli effetti delle anfetamine sarebbero un po 'meno probabilità di sviluppare la schizofrenia e ADHD", ha detto Palmer. "E le persone che non amano anfetamine, vorremmo prevedere, sono leggermente più probabilità di sviluppare queste malattie."

"Quello che è particolarmente sorprendente è che, esaminando le risposte della gente per poche ore dopo l'assunzione di un farmaco, possiamo identificare una propensione genetica sottostante che può manifestarsi come una malattia psichiatrica nel corso di una vita", aggiunge.

Questi risultati forniscono la prova genetica unica per il ruolo della dopamina nella schizofrenia e ADHD. La schizofrenia è comunemente trattati con farmaci che bloccano la segnalazione della dopamina, mentre l'ADHD è trattata con farmaci, tra cui D-anfetamina sé, che la segnalazione della dopamina migliorare. Nonostante i trattamenti opposte, SNPs-amfetamina simpatia ridotto il rischio di sviluppare entrambe le malattie, suggerendo ruolo di dopamina è più complessa di quanto ipotizzato.

Lo studio offre anche una nuova direzione per l'analisi di una vasta gamma di studi genetici simili, in particolare quelli con campioni di dimensioni più piccole. Analizzando i risultati di tali studi per la sovrapposizione con i dati provenienti da studi genetici molto più grandi, promettendo varianti genetiche che altrimenti non spiccano tra il rumore di centinaia di migliaia di altre varianti casuali possono essere identificati.

"Il nostro approccio offre una nuova direzione promettente per lo studio dei comportamenti psichiatriche complesse che utilizzano l'approccio dell'intero genoma", ha detto il co-autore Harriet de Wit, PhD, professore di psichiatria e neuroscienze comportamentali presso l'Università di Chicago. Il team ha in programma di studiare ulteriormente le SNPs identificati in questo studio per i loro ruoli funzionali in anfetamine simpatia, la schizofrenia e ADHD. Inoltre, Palmer spera di esplorare predisposizioni genetiche verso simpatia o antipatia altri farmaci terapeutici e se la sensibilità di questi farmaci potrebbe anche coincidere con le malattie per le quali vengono utilizzati questi farmaci.

"Quando usiamo un trattamento farmacologico, sappiamo esattamente ciò che i sistemi sono stati turbato", ha detto Palmer. "Così, quando vediamo sovrapposizione per alleli che incidono sulle modalità rispondere ai farmaci e una malattia, possiamo perfezionare in quanto questi alleli fanno biologicamente. Questa è strumentale per tradurre questi risultati in nuovi trattamenti e cure, che è la ragione ultima l'esecuzione di studi genetici della malattia. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha