La ricerca ID potenziale trattamento per mortale, HIV-correlati cancro del sangue

Maggio 8, 2016 Admin Salute 0 6
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I ricercatori della USC Norris Comprehensive Cancer Center hanno scoperto un modo nuovo promettente trattamento di cancro del sangue rara e aggressiva più comunemente riscontrato nelle persone con infezione da HIV.

Il team di USC mostra che una classe di farmaci chiamati inibitori BET bromodomain obiettivi efficacemente linfoma primario effusione (PEL), un tipo di cancro per i quali questi farmaci non si aspettava di essere efficace.

"E 'un rovesciamento del paradigma", ha detto Preet Chaudhary, capo della Divisione di Ematologia Nohl e Malattie del sangue presso la Keck School of Medicine della USC e investigatore principale dello studio. "I nostri risultati suggeriscono che questa nuova classe di farmaci può essere un trattamento efficace per una più ampia gamma di tumori di quanto si pensasse."




PEL è causata da infezione da herpes virus associato al sarcoma di Kaposi, la causa più comune di cancro tra i pazienti con AIDS. La prognosi per PEL è scarsa, con una sopravvivenza mediana di tre a sei mesi. Pertanto, vi è una necessità critica per nuove terapie per la malattia.

Chaudhary ei suoi colleghi dimostrano che gli inibitori di targeting proteina BRD4 bloccati crescita delle cellule PEL in una provetta e in un modello di topo. I risultati sono stati sorprendenti perché gli inibitori BET sono stati pensati per essere efficace solo contro i tumori legati ad una sovraespressione del gene Myc.

"In realtà abbiamo trovato che i tumori che iperesprimono Myc non sono così sensibili agli inibitori BRD4. PEL è più reattivo", ha detto Chaudhary.

Tumori come mieloma multiplo e linfoma di Burkitt overexpress il gene Myc e hanno dimostrato di rispondere agli inibitori BRD4. In PEL, il gene Myc è moderatamente espresso e non c'è traslocazione cromosomica come si vede nel mieloma multiplo o di Burkitt.

Sono necessarie ulteriori ricerche per creare composti pronto per i test nelle persone. Una volta che tali farmaci sono pronti per la sperimentazione clinica, i dati di questo studio suggeriscono che essi possono trattare una vasta gamma di tumori. Chaudhary anticipa il test da soli e in combinazione con altri farmaci.

(0)
(0)
Articolo precedente Acidi grassi a lunga distanza
Articolo successivo Ford Ka - rumore al volante.

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha