La ricerca identifica i modelli di CD24, un romanzo biomarcatore per non a piccole cellule del polmone carcinomi

Aprile 6, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il numero di maggio del Journal of Thoracic Oncology presenta uno studio volto a chiarire i modelli di espressione di un biomarker romanzo cancro, CD24, in non-piccoli carcinomi del polmone (NSCLC) e di correlare i risultati alle variabili clinico-patologiche, come la performance status, l'età , genere e significato prognostico. Inoltre, i risultati associati espressione CD24 con il nuovo (settima) edizione della messa in scena TNM. In sintesi, lo studio ha concluso che l'alta espressione di CD24 è stato un fattore prognostico indipendente negativo per la sopravvivenza libera e cancro-specifica progressione in NSCLC.

La proteina CD24 metastasi associate trovato all'interno di un tumore è stato identificato come un nuovo fattore prognostico e staminali indicatore di cella; tuttavia, l'importanza del CD24 in NSCLCs non è stato chiarito attraverso la ricerca esistente in precedenza. Per chiarire la comprensione, il presente studio condotto uno studio retrospettivo di analisi fattore prognostico valutando l'espressione CD24 in 267 casi consecutivi di NSCLC. Usando una tecnica microarray di tessuto il team ha analizzato l'immunoistochimica che correlata con i parametri clinico-patologici.

I risultati specifici dello studio hanno rivelato che l'espressione CD24-alta è stata dimostrata nel 33 per cento dei casi con NSCLC, in particolare 87 di 267. tasso Expression anche associato più con adenocarcinoma istologia (39 per cento) rispetto a squamose istologia carcinoma (23 per cento). I pazienti con tumori CD24-alta anche tendevano ad avere un più alto rischio di progressione della malattia e di morte per cancro. Inoltre, l'espressione CD24-alta allineato con nuove fasi patologiche piuttosto che vecchi p-stadi.




Prima della revisione della messa in scena TNM, il più importante fattore prognostico convenzionale per la sopravvivenza dei pazienti è stato lo stadio del tumore al momento della diagnosi, tra cui le dimensioni del tumore, invasione pleura, il coinvolgimento dei linfonodi regionali e diffusione metastatica in organi distanti. Tuttavia, gli orientamenti riveduti trovarono età, genere e performance status (PS), oltre a mettere in scena, tutti di essere fattori prognostici per la sopravvivenza. All'interno del corso di studio, espressione correlata con PS e nuovo p-stage; Inoltre, l'età correlata con la sopravvivenza libera da progressione e la sopravvivenza cancro-specifica, indipendentemente tumorale.

"Biomarkers che sono over-espressi durante la progressione del cancro sono di particolare interesse in quanto non possono essere utilizzati solo per predire l'outcome del paziente, ma anche servire come potenziali bersagli nella terapia del cancro, come il recettore del fattore di crescita epidermico (EGFR) gene," sperimentatore principale Dr. Hyun Ju Lee trasmette le implicazioni dei risultati della ricerca.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha