La ricerca sul cancro implica futuro per la medicina personalizzata, riduzione dei test animali

Giugno 22, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

L'Ospedale Universitario di Wьrzburg scienziati dietro l'esperimento hanno creato una nuova versione delle strutture di test noti come impalcature vascolarizzati biologici (BioVaSc). Le loro strutture dei tessuti umani tridimensionali sono i primi nel loro genere ad essere costruita con più tipi di cellule umane. Le strutture offrono due metodi di studio: un sistema tridimensionale (3D) statico per test a breve termine che è vantaggioso per l'imaging microscopia, e un sistema dinamico che introduce un flusso di simulazione per simulare le condizioni reali del corpo umano. Questo è particolarmente utile in studi a lungo termine di metastasi, o, la diffusione delle cellule tumorali attraverso il sistema vascolare umano.

"Il nostro modello di tumore 3D sta riducendo o addirittura sostituire gli esperimenti sugli animali," ha detto l'ingegnere Jenny Reboredo. Nel loro articolo, Reboredo ei suoi colleghi hanno spiegato che il sistema di prova basato su tessuto umano potrebbe eliminare il potenziale per l'errata interpretazione che spesso accompagna la sperimentazione animale. Inoltre, questo metodo risolve le carenze di tipica test in vitro, che è limitata dalla mancanza di interazioni intercellulari.




Gli autori suggeriscono inoltre che l'uso di cellule primarie derivate da biopsie di tumori è un "importante passo verso la medicina personalizzata." Con il metodo della squadra ha creato, un laboratorio potrebbe in futuro una biopsia di una cellula tumorale e fare prove per trovare il trattamento più efficace mai prima somministrazione di farmaci al paziente umano.

Ulteriori implicazioni del Reboredo e di lavoro dei suoi colleghi comportano l'uso di un metodo BioVaSc-tipo per lo studio delle malattie non tumorali. "Nel lungo termine, vogliamo essere in grado di sviluppare modelli di malattie, in particolare per le malattie in cui non sono disponibili modelli animali", ha detto Reboredo.

Quando gli chiesero perché lei ei suoi colleghi hanno pubblicato in JoVE, Reboredo notato che i loro modelli "possono essere spiegate e visualizzata meglio in un film [e] di pubblicare in un tale supporto è reso possibile per Giove."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha