La rimozione di farmaci per il cuore con la dialisi può aumentare il rischio di morire prematuramente 'insufficienza renale dei pazienti

Aprile 10, 2016 Admin Salute 0 40
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Pazienti in dialisi che assumono farmaci per il cuore che possono essere facilmente rimossi dalla circolazione attraverso la dialisi possono essere ad aumentato rischio di morire prematuramente rispetto ai pazienti i cui farmaci cuore sono più difficili da rimuovere. I risultati provengono da uno studio che appare in un prossimo numero del Journal of American Society of Nephrology (JASN).

I beta-bloccanti - farmaci usati per il controllo del ritmo cardiaco, angina, e ridurre la pressione alta - ridurre il rischio di morte prematura tra le persone con malattie cardiache che non sono sottoposti a dialisi. Beta bloccanti differiscono nella loro dialyzability, o la misura in cui essi vengono rimossi attraverso emodialisi, ed esperti sospetto che se gli effetti filtranti di dialisi rimuovere questi importanti farmaci dalla circolazione, i pazienti non possono sperimentare loro pieno vantaggio.

Matthew Weir MD, FRCPC, MSc (Western University, in Ontario, Canada) ei suoi colleghi hanno analizzato le informazioni di salute di pazienti in Canada che era stato prescritto un beta-bloccante che viene facilmente eliminato con la dialisi rispetto a coloro la cui beta-bloccanti non sono facilmente rimosso dialisi.




Il gruppo ad alto dialyzability incluso 3294 pazienti che iniziano la dialisi con atenololo, acebutololo, o metoprololo. Il gruppo dialyzability bassa incluso 3294 pazienti che iniziano la dialisi con bisoprololo o propranololo. Avvio di un alto vs basso dialyzability beta-bloccante è stato collegato con un 1.4-aumento del rischio di morire entro 180 giorni. In una ulteriore analisi di più di 27.000 pazienti che non ricevevano la dialisi, non vi era alcuna differenza tra questi due gruppi di farmaci e di morte prematura. Questo suggerisce che la presenza della dialisi è stata una parte importante della relazione tra bisoprololo/propranololo beta-bloccanti e minor rischio di morte prematura.

"Anche se non possiamo trarre relazioni causali dal nostro studio osservazionale, abbiamo visto il rapporto che abbiamo ipotizzato: il rischio di morte è stata più alta nei pazienti in cui beta-bloccante è stato prontamente rimosso dal loro circolazione mediante emodialisi," ha detto il dottor Weir. "Modifica prescrizioni di un farmaco facilmente rimosso per un farmaco difficile da rimuovere potrebbe essere un modo semplice per ridurre il rischio di morte prematura per le persone che ricevono l'emodialisi."

In un editoriale di accompagnamento, Gautam Shroff e Charles Herzog (Hennepin County Medical Center e University of Minnesota, a Minneapolis) ha osservato che, poiché i beta-bloccanti hanno caratteristiche diverse, sarebbe naпve supporre che dialyzability dovrebbe essere unico corrispettivo dei medici nel tentativo di scegliere il beta-bloccante appropriato per un determinato paziente. Tuttavia, essi ritengono che i risultati dello studio dovrebbero incoraggiare indagini più approfondite sul ruolo di beta-bloccante dialyzability. "Crediamo fermamente slancio sufficiente è ora presente all'interno della comunità accademica per la creazione di un trial controllato randomizzato ben progettato per confrontare specifiche beta-bloccanti e dei loro effetti su tutte le cause di mortalità tra i pazienti in dialisi, con morte cardiaca improvvisa, come un punto di arrivo sentenziato prespecificato ", hanno scritto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha