La risposta immunitaria durante la gravidanza legati alla schizofrenia tra prole

Giugno 8, 2016 Admin Salute 0 3
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Infezioni come l'influenza sono fenomeni comuni durante la gravidanza, e la ricerca ha dimostrato che i bambini nati da madri che hanno sofferto di influenza, virus e altre infezioni durante la gravidanza hanno circa 1,5 a 7 volte aumento del rischio per la schizofrenia. Un nuovo studio dalla Temple University esamina cosa c'è dietro quel link.

In uno studio pubblicato questo mese in Schizophrenia Research, psicologo della Temple University Lauren Ellman ha scoperto che l'esposizione durante la gravidanza per alcune proteine ​​immunitarie, come quelli prodotti in risposta alla influenza, porta ad un aumento del rischio di anomalie cerebrali associati alla schizofrenia nella prole.

La buona notizia, dice Ellman, è che non tutte le donne nello studio che ha mostrato un aumento di proteine ​​immunitarie ha dato alla luce figli che hanno sviluppato alterazioni cerebrali. "Questo ci dice che qualche altro fattore - forse una vulnerabilità genetica o qualcosa dall'ambiente - deve essere presente anche per l'aumento dei livelli di proteine ​​immunitarie di condurre alle alterazioni cerebrali che abbiamo identificato," ha detto.




Precedenti studi, tra cui uno da Ellman, hanno già stabilito un legame tra esposizione materna a influenza e aumento del rischio di schizofrenia nella prole, ma non era chiaro il motivo per cui il nesso esistesse, perché la maggior parte delle infezioni non attraversano la placenta. I ricercatori hanno poi cominciato a guardare le risposte immunitarie materne alle infezioni come la possibile causa per l'aumento del rischio.

Di particolare interesse per i ricercatori erano proteine ​​chiamate citochine proinfiammatorie, che sono prodotti dal corpo in risposta alle infezioni.

"Ora, sembra che gli effetti dannosi per il feto sono legati a queste risposte materne alle infezioni durante la gravidanza, piuttosto che alle infezioni stessi", ha detto Ellman.

Lo studio di Ellman è stato condotto su campioni di sangue archiviati tratte nel corso del 1950 e 1960 da un gruppo di circa 12.000 donne in gravidanza nel corso di ogni trimestre della loro gravidanza. Le donne e la loro prole sono stati seguiti dopo il parto, in modo da quelli i cui figli avevano sviluppato la schizofrenia potrebbero essere facilmente identificati.

Il suo studio ha mostrato una correlazione diretta tra i cambiamenti strutturali del cervello tra i figli con diagnosi di schizofrenia ed aumenti dei livelli materni di interleuchina-8 (IL-8), una delle citochine proinfiammatorie prodotte quando si combatte l'infezione durante la gravidanza.

"Le anomalie cerebrali abbiamo trovato sono quelli costantemente collegati con la schizofrenia, suggerendo che una risposta immunitaria elevata durante la gravidanza potrebbe contribuire ad alcune delle anomalie cerebrali associate con la malattia", ha detto Ellman.

Materne IL-8 livelli non essere collegate ad eventuali cambiamenti del cervello tra un gruppo di controllo di prole, che indica che la vulnerabilità alla schizofrenia necessario essere presenti per il cervello del feto a essere influenzato, ha detto.

"I nostri risultati sottolineano l'importanza potenziale di contributi prenatale alla schizofrenia, con implicazioni per la prevenzione, intervento precoce, e strategie di trattamento", ha detto Ellman.

Ellman è ben posizionata per rispondere a domande legate alla gravidanza e sviluppo fetale. Un assistente professore di psicologia in College Temple of Liberal Arts, si esamina come materna stress e funzionamento del sistema immunitario durante la gravidanza impatto sullo sviluppo del cervello del feto.

"Ho deciso di studiare l'impatto dello stress durante la gravidanza, e divenne chiaro abbastanza in fretta che non si poteva studiare l'impatto dello stress senza guardare il sistema immunitario", ha detto. "I due sono completamente intrecciate."

Secondo Ellman, uno dei principali modi di gravidanza rende le donne suscettibili alle infezioni è che i cambiamenti nel sistema immunitario durante la gravidanza riducono alcune delle difese principali del corpo. Inoltre, gli stati emozionali materni, come lo stress, possono alterare funzionamento del sistema immunitario. Questa maggiore vulnerabilità alle infezioni giunge in un momento in cui il cervello del feto sta vivendo una crescita enorme.

"Alla luce del nostro studio, che richiama l'attenzione di una donna incinta maggiore suscettibilità alle infezioni e ai potenziali rischi per il feto in via di sviluppo, è facile capire perché la comunità medica raccomanda di routine che le donne che sono incinte o sta pianificando una gravidanza prendere speciale precauzioni per prevenire l'infezione, come sempre vaccinato ", ha detto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha