La scoperta di come topi neonati riparare fratture potrebbero migliorare i trattamenti

Maggio 18, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

"L'evoluzione ha creato un meccanismo robusto di rigenerazione ossea, che potrebbe spiegare come gli animali selvatici possono sopravvivere lesioni ossee traumatiche", dice l'autore senior studio Elazar Zelzer del Weizmann Institute of Science. "Ulteriori analisi del programma di rigenerazione ritrovata potrebbe portare a soluzioni alternative per il trattamento delle fratture che non rispondono bene alle pratiche correnti."

L'osso è uno dei pochi organi che può rigenerarsi in vertebrati. Sebbene rigenerazione spontanea si verifica nei neonati, adulti richiedono interventi di tornare l'osso in posizione diritta, nonché la stabilizzazione con metallici o cast. Ma protocolli di trattamento standard hanno diversi effetti collaterali, tra cui l'atrofia muscolare e rigidità articolare. Zelzer e il suo team sospetta che una migliore comprensione della rigenerazione naturale nei bambini potrebbe contribuire a migliorare gli interventi per le ossa fratturate negli adulti.




Nel nuovo studio, i ricercatori hanno scoperto che un osso fratturato braccio in topi neonati rapidamente riallineato attraverso sostanziale movimento di frammenti ossei piuttosto che attraverso rimodellamento osseo - un processo lento che coinvolge la formazione simultanea di nuovo osso da un lato e l'erosione dell'osso esistente il lato opposto. "Questa scoperta mette in discussione la visione tradizionale della guarigione della frattura e introduce una nuova fase di riparazione ossea al modello a quattro stadi classica", dice Zelzer.

Il processo di riallineamento è stata trainata dalla crescita delle ossa, che ha agito come un martinetto meccanico per generare le forze opposte richieste per raddrizzare i due frammenti ossei. Inoltre, il trattamento con un farmaco che ha paralizzato i muscoli che circondano la frattura impedito normale crescita delle ossa e riallineamento delle ossa, il che suggerisce che la contrazione muscolare gioca un ruolo fondamentale nel processo di riparazione.

"L'integrazione di questa nuova conoscenza nella attuale approccio potrebbe migliorare il trattamento futuro", dice Zelzer. "Per esempio, protocolli di trattamento possono comprendere i protocolli in base all'età e brevi periodi di immobilizzazione rigida per consentire la partecipazione della forza muscolare nel processo di guarigione."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha