La seconda più grande scambio di rene nella storia

Marzo 13, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Un 2012 Facebook post che ha portato alla riunione di due compagni di scuola elementare che hanno perso il contatto 30 alcuni anni fa, ora è anche responsabile per piantare il seme che avrebbe dato uno di loro un trapianto di rene salvavita.

All'inizio di questo mese, l'Ospedale della University of Pennsylvania e il Registro Nazionale Rene, in collaborazione con 18 centri di trapianto in tutto il paese, ha completato con successo il secondo più grande scambio di rene nella storia e la più grande da concludere in meno di 40 giorni. Soprannominato Catena 221, lo scambio ha coinvolto 56 partecipanti (28 donatori e 28 beneficiari). Quattro pazienti a Penn Medicine, tra cui due a lungo perso amici delle elementari, hanno partecipato alla catena - due ricezione di nuovi, reni sani, e due donare i propri reni per altri destinatari della catena. Tra i centri partecipanti, Penn Medicine è stato l'unico nella regione tri-state.

La catena di salvataggio è iniziata con un rene generosamente donato dalla University of Memphis professore di diritto e commissario della contea locale, Steve Mulroy. Da lì, la catena che coinvolge un familiare o un amico di ogni destinatario che si offrì di donare il suo rene, trovato la sua strada a 28 pazienti in attesa di trapianto di rene salvavita in tutto il paese. Nel scambio 22 della catena, Penn Medicine paziente Gerard Rozycki, Jr., 51, ha ricevuto il rene che stava aspettando da quando è stato inserito nell'elenco dei trapianti nel dicembre 2011. diagnosticata una malattia ereditaria quando era 5- anni di età, Rozycki avevano vissuto la maggior parte della sua vita, senza alcuna restrizione fisica. Tutto è cambiato a pochi anni fa, quando i risultati dei test hanno mostrato livelli crescenti di creatinina prodotto di scarto nel sangue e nelle urine, un chiaro indicatore di insufficienza renale.




Nel mese di ottobre 2012, quasi un anno dopo essere stato inserito nella lista di attesa, un amico Rozycki sapeva dalla scuola elementare sentito sulla sua condizione attraverso un amico comune su Facebook e ha deciso di aiutare. Amici lontani su Facebook solo, i due non erano stati in contatto dal diploma di scuola oltre 30 anni fa. John Furdyna, 52, inizialmente pensò che avrebbe dato Rozycki suo rene, ma i due non erano di una relazione. Tuttavia, la volontà di Furdyna di donare per conto di Rozycki fatto la coppia ammissibile catena 221. Rozycki infine ricevuto il suo rene da un altro paziente Penn Medicine a Catena 221, mentre il rene di Furdyna è stato donato a un paziente in Madison, WI.

"In un primo momento ho pensato di aiutare svenire applicazioni donatori, ma poi ho pensato 'perché non ho donare?'", Ha detto Furdyna. "Sapevo subito che non sarei un match per Jerry, ma sapevo anche che se ero disposto a donare a qualcun altro nella catena, che avrebbe garantito un rene, anche. Era qualcosa che potevo fare che permetterebbe due persone vivono più a lungo, una vita più sana e, infine, non avrebbero alcun effetto sulla salute a lungo termine per me, quindi mi ha fatto piacere che ho potuto fare. "

Oggi, tutti i 56 partecipanti sono in ripresa e di fare bene. Lo scambio ha preso solo cinque settimane per completare - un grande miglioramento rispetto record di scambio dello scorso anno, che ha sei mesi per finire. Gli esperti dicono che la velocità con cui la catena è stata completata dimostra i grandi miglioramenti che sono stati apportati al processo di individuazione le partite di organi per i pazienti e mostra la promessa per affrontare la carenza di organi per il futuro.

"I grandi swaps come catena 221 aumentano la possibilità per i nostri pazienti, alcuni dei quali hanno atteso in lista di trapianto per un lungo tempo, di trovare corrispondenze", ha detto Peter Abt, MD, professore associato di Chirurgia nel reparto di trapianto a Penn Medicine. "I reni sono uno degli organi più resistenti, che rende possibile per noi di collaborare su queste iniziative con i centri di trapianto in tutta la nazione. Attraverso i donatori e gli swap di rene viventi, abbiamo trovato un mezzo efficace per ridurre la carenza di organi in questo paese e, infine, salvare la vita di molti di coloro che hanno bisogno di un rene. "

Secondo il Dipartimento di Salute e Servizi Umani, il tasso di sopravvivenza a 5 anni per i pazienti che ricevono un trapianto di rene è 85,5 per cento, rispetto al 35,8 per cento per i pazienti sottoposti a dialisi. Chirurghi presso il Penn Transplant Institute eseguono circa 200 trapianti di rene, ogni anno, rendendo il programma di trapianto di rene di Penn il più grande e più esperto programma nella regione.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha