La sicurezza del magnesio ossido giornaliero trattamento per i bambini con costipazione cronica

Marzo 27, 2016 Admin Salute 0 10
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Catartici contenenti magnesio sono comunemente usati per trattare la costipazione cronica. Sebbene ipermagnesemia è una condizione clinica rara, può verificarsi come un effetto collaterale di una maggiore assunzione di sali di magnesio. Il governo giapponese ha recentemente segnalato casi mortali di ipermagnesemia in adulti trattati con ossido di magnesio. Ora è importante per i pediatri di sapere se ipermagnesemia può sviluppare nei bambini con stipsi funzionale che ricevono trattamento ossido di magnesio al giorno.

Un articolo di ricerca che sarà pubblicata il 14 febbraio 2011 nella World Journal of Gastroenterology affronta questa domanda. Gli autori hanno arruolato 120 pazienti (57 maschi e 63 femmine) di età compresa tra 1-14 anni (mediana 4,7 anni) con stipsi funzionale da 13 ospedali e due cliniche private. Tutti i pazienti soddisfatti i criteri di Roma III per stipsi funzionale e sono stati trattati giornalmente con ossido di magnesio per via orale per almeno 1 mese. La dose mediana del trattamento è di 600 (500-800) mg/d. I pazienti sono stati valutati in relazione intervista e di laboratorio per determinare possibili ipermagnesemia. Concentrazione di magnesio sierica è stata misurata anche in soggetti di controllo per sesso e di pari età (n = 38).

Le concentrazioni sieriche magnesio aumentati significativamente dopo il trattamento ossido di magnesio giornaliera, ma l'entità dell'incremento apparso modesto. Livello di magnesio siero diminuito significativamente con l'età in bambini costipati trattati con ossido di magnesio, ma non nei bambini di controllo. Nessuna correlazione è stata trovata tra durata del trattamento o la dose giornaliera di ossido di magnesio e concentrazione sierica di magnesio.




Gli autori hanno concluso che le concentrazioni di magnesio nel siero aumentano significativamente dopo l'assunzione giornaliera ossido di magnesio, ma l'entità dell'incremento appare modesto. Età più giovane, ma non l'uso prolungato di ossido di magnesio al giorno potrebbe essere un fattore di rischio relativo, e dovrebbe essere determinata da ulteriori studi se la concentrazione di magnesio nel siero dovrebbe essere valutata in questi soggetti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha