La sopravvivenza dopo la diagnosi di cancro fortemente associato con i governi la spesa per l'assistenza sanitaria

Aprile 4, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Il più governo nazionale una UE (Unione Europea) spende per la salute, il minor numero di morti dopo una diagnosi di cancro in quel paese, secondo una nuova ricerca da presentare al Congresso 2013 European Cancer (ECC2013) e pubblicati contemporaneamente nel principale rivista Cancer Annals of Oncology.

I ricercatori dicono che l'incontro più alta ricchezza e spesa sanitaria superiore sono fortemente associati sia con maggiore incidenza del cancro e diminuito la mortalità per cancro. Nel caso del cancro al seno, l'aumento della spesa sanitaria sembra essere ancor più fortemente associati con migliori risultati.

Dr Felipe Ades, MD, un oncologo medico presso l'European Breast Studies Squadra adiuvante (seno), un centro di unità e dati sperimentazioni cliniche in Belgio, dirà: "Abbiamo osservato che la maggiore spesa per la salute, il meno le morti dopo un diagnosi di cancro e questo è particolarmente marcato nel cancro al seno. Abbiamo anche notato che, nonostante tutte le iniziative per standardizzare le politiche di sanità pubblica, vi sia una significativa variazione tra spesa sanitaria e l'incidenza del cancro e la mortalità nei 27 Stati membri dell'UE. Questa disparità è più lampante tra i paesi dell'Europa occidentale e orientale. " [3]




Dr Ades ei suoi colleghi ottenuto informazioni sulle popolazioni, l'incidenza del cancro e la mortalità dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, il Fondo monetario internazionale e la Banca mondiale [4]. Hanno guardato fattori come il prodotto interno lordo dei paesi (PIL), la percentuale del PIL investito nella sanità e della salute la spesa per persona per anno, e confrontato questi indicatori di ricchezza e di spesa sanitaria, con le proprie stime della proporzione di pazienti morire dopo un diagnosi di cancro.

Mentre la popolazione dell'Europa occidentale - circa 400 milioni di abitanti - è di circa quattro volte superiore a quella di Europa orientale, il PIL totale dei paesi occidentali è più di 10 volte superiore a quella dell'Europa orientale [5]. I ricercatori hanno anche trovato una differenza significativa tra la spesa sanitaria di questi paesi.

"Non sorprende, la spesa sanitaria pro-capite è fortemente correlato con il PIL pro capite e con la percentuale di PIL destinata alla brughiera," Dott Ades dirà. "Il punto di cut-off tra i paesi dell'Europa occidentale per la spesa sanitaria pro capite all'anno e orientale è di circa 2.600 dollari. Ad esempio, tra i paesi dell'Europa occidentale il Portogallo ha il più basso spesa pro capite a 2.690 dollari, mentre tra i paesi dell'Europa orientale , Slovenia ha la spesa pro-capite più alto al 2.551 dollari In Occidente, il Lussemburgo ha speso più per persona all'anno -. 6.592 dollari - mentre in Oriente, la Romania ha trascorso i meno - 818 dollari ".

I ricercatori hanno scoperto che, in proporzione, l'Europa dell'Est aveva l'incidenza del cancro inferiore e mortalità per cancro più alto, mentre il contrario è stato il caso in Europa occidentale. Dr Ades dirà il congresso:. "Dai nostri risultati è evidente che i paesi dell'Europa orientale, ad eccezione di Cipro, hanno tassi di mortalità più elevati rispetto ai paesi dell'Europa occidentale per circa la stessa gamma di incidenza Ciò indica che in proporzione maggiore di pazienti muoiono dopo una diagnosi di . cancro nell'Europa orientale che in Europa occidentale Questo modello è fortemente associato con la spesa sanitaria, la più un paese spende per la salute, il minor numero di pazienti muoiono dopo una diagnosi di cancro.

"Nei paesi che spendono meno di 2.000 dollari pro capite in sanità, come la Romania, la Polonia e l'Ungheria, circa il 60% dei pazienti muore dopo una diagnosi di cancro, nei paesi che spendono tra 2,500-3,500 dollari questa cifra è di circa il 40% e il 50 %, come nel caso del Portogallo, la Spagna e il Regno Unito;. in movimento fino a circa 4.000 dollari, meno del 40% dei pazienti muore, come nel caso della Francia, il Belgio e la Germania "

La ricerca non analizza le ragioni della maggiore incidenza di cancro nei paesi dell'Europa occidentale. Tuttavia, suggerisce che, come le morti per cancro non aumentano nella stessa proporzione di Incidenza in questi paesi, che può essere dovuto in parte alla presenza di un maggior numero di programmi di screening occidentali, che rilevano più tumori in loro fasi iniziali, più trattabili, e alla disponibilità di trattamenti efficaci in questi paesi.

Dr Ades ei suoi colleghi hanno visto specificamente il cancro al seno. "Abbiamo fatto questo perché il cancro al seno è il miglior esempio di una malattia oncologica con metodi di screening efficaci. Inoltre, in popolazioni europee è stato dimostrato che lo screening del cancro al seno riduce la mortalità rispetto al non-screening", dirà. "Abbiamo scoperto che l'associazione tra una maggiore ricchezza e spesa sanitaria più alta e l'incidenza del cancro al seno è ancora più forte che in altri tipi di tumore, un fatto probabilmente legato alla maggiore incidenza di cancro al seno insita nei paesi occidentali, ma anche alla maggiore rilevazione a causa di lo screening disponibilità, anche se questo non era il caso per morti per la malattia la mortalità cancro al seno è simile in tutta l'Unione europea. Tuttavia, quando abbiamo diviso il numero di nuovi casi di cancro al seno per il numero di decessi per cancro al seno per stabilire il rapporto dei decessi per incidenza, abbiamo scoperto che una frazione più piccola di pazienti è morto dopo la diagnosi in Europa Occidentale che in Europa orientale, e questo è stato anche fortemente associato ad una maggiore ricchezza e spesa sanitaria. "

Dr Ades anche dire: "Anche se il finanziamento dei sistemi sanitari è una responsabilità dei governi nazionali, l'Unione Europea ha emanato una Carta dei diritti fondamentali per standardizzare politiche di salute pubblica La nostra ricerca dimostra che, nonostante le iniziative per rendere più uniforme la politica sanitaria in tutto il. Stati membri dell'UE, ci sono ancora marcate differenze tra Europa orientale e occidentale in materia di indicatori di cancro. Sono necessarie ulteriori ricerche per approfondire questi temi ".

Presidente ECCO, il professor Cornelis van de Velde, ha commentato: "Si tratta di un interessante studio conferma che, proprio come l'aspettativa di vita generale è maggiore nei paesi che spendono proporzionalmente di più sulla salute, quindi la sopravvivenza dei malati di cancro è anche più alta in questi paesi è. interessante vedere che questa associazione è ancora più forte per i pazienti con cancro al seno rispetto ad altri tipi di tumore, e che, nonostante le iniziative per standardizzare l'assistenza sanitaria in tutta Europa, le disparità sono ancora presenti.

"Fattori quali la percentuale di PIL destinata alla salute, i livelli di occupazione e numero di posti letto ospedalieri sono associati ad una prognosi favorevole per i malati di cancro, e studi precedenti hanno dimostrato che questi sembrano essere responsabili di oltre il 65% delle variazioni tra i paesi nella sopravvivenza per il cancro al seno in Europa occidentale. "

ESMO portavoce, il professor Martin-Moreno Josй, professore di sanità pubblica presso la Facoltà di Medicina presso l'Università di Valencia (Spagna), ha commentato: "Il cancro è una delle principali cause di mortalità in Europa, ma vi è un deficit importante tra le risorse necessarie di controllarlo e di quelli schierati a farlo. In questo contesto, il dottor Ades e colleghi hanno prodotto uno studio importante, che conferma che i finanziamenti per i sistemi sanitari è fondamentale per garantire buoni risultati per il paziente e di allarme su disuguaglianze di salute in tutti i paesi dell'UE. Dato il corso recessione economica, questo è un messaggio che i governi ei cittadini europei devono sapere. spesa sanitaria pubblica, insieme a un'adeguata governance e meccanismi di responsabilità, linee guida evidence-based, e proprio il rafforzamento delle capacità, sono tutti gli ingredienti essenziali per un sistema sanitario forte e per una società migliore. "

[1] Il 2013 Congresso European Cancer è il 17 ° congresso della CanCerOrganisation europea (ECCO), il 38 ° Congresso della European Society for Medical Oncology (ESMO) e il congresso 32a della società europea per la Therapeutic Radiology e Oncologia (ESTRO).

[2] "Le discrepanze nei incidenza del cancro e la mortalità e il suo rapporto con la spesa sanitaria nei 27 stati membri dell'Unione europea," di F. Ades, C. Senterre, E. de Azambuja, R. Sullivan, F. Popescu F. Genitori & M. Piccart. Annals of Oncology. doi: 10.1093/annonc/mdt352. Annals of Oncology sito: http://annonc.oxfordjournals.org/

[3] Lo studio è stato effettuato prima che la Croazia ha aderito all'Unione europea il 1 ° luglio del 2013.

[4] I dati estratti dai database a disposizione del pubblico della Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS GLOBOCAN 2008 e World Health Statistics 2012), il rapporto del Fondo Monetario Internazionale del 2009, e il rapporto della Banca Mondiale del 2011.

[5] paesi occidentali PIL totale è di US $ 16.166.150.000.000. Totale dei paesi dell'Est PIL è di US $ 1.375.320.000.000.

[6] Questo studio non ha ricevuto finanziamenti esterni.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha