La terapia antiretrovirale per l'HIV-1 in primi 4 mesi è fondamentale

Aprile 23, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti che hanno iniziato la terapia antiretrovirale per HIV-1 entro quattro mesi dalla data di infezioni stimati - e che hanno conteggi elevati di cellule T CD4 + al inizio della terapia - prova di una forte ripresa della conta CD4 + T-cellule di pazienti in cui la terapia è iniziata più tardi, un nuovo studio mostra.

Il rapporto, che sarà pubblicato 17 gennaio a The New England Journal of Medicine, è co-autore di medici di medicina UT San Antonio e la University of California, San Diego e ha richiamato i dati da 468 pazienti seguiti nella coorte infezione primaria San Diego. UT medicina è la pratica clinica della Facoltà di Medicina presso l'Università del Texas Health Science Center di San Antonio. Co-autori sono presso la University of California, San Diego School of Medicine, il San Antonio Militare Medical Center e Monash University in Australia.

Aumento transitorio, poi declinare




Nei quattro mesi successivi HIV-1 (virus dell'immunodeficienza umana di tipo 1) l'infezione, il sistema immunitario monta una risposta immunitaria verso una ricostruzione provvisoria di CD4 + conta delle cellule T; Cellule T CD4 + sono cellule immunitarie specializzate che sono necessari per combattere le infezioni e sono esauriti durante l'infezione da HIV. Dopo questo aumento transitorio, il CD4 + conta progressivamente declina. Lo studio, finanziato dal National Institute of Allergy e Malattie infettive e altre fonti, permette di comprendere il momento ottimale della terapia.

"Questo studio suggerisce una maggiore urgenza di iniziare la terapia antiretrovirale prima, quando la maggior parte delle armi nel armamentario immunità sono a disposizione del corpo," co-autore Sunil K. Ahuja, MD, ha detto. Dr. Ahuja è professore di medicina, microbiologia/immunologia e biochimica presso la Scuola di Medicina presso l'Health Science Center UT e direttore del Veterans Administration Center for AIDS e infezione da HIV, un centro nazionale all'interno del Care System South Texas Veterans Health.

Narrow finestra

Osservazione del restauro transitoria della conta CD4 + T-cellule e la loro successiva decadenza "sollevato la possibilità che dopo l'infezione acuta ci può essere una stretta 'finestra temporale di restauro' in cui il sistema immunitario potrebbe essere pronta strategico per il recupero e che il rischio e il tasso di recupero può essere aumentata da un inizio precoce della terapia antiretrovirale potente, "co-autore Susan J. Little, MD, ha detto. Dr. Poco è professore di medicina presso l'Università di California, San Diego School of Medicine.

Risultati

Recupero di CD4 + conta delle cellule T a circa livelli normali di 900 o più cellule per millilitro cubico è stata osservata nel 64 per cento dei partecipanti che sono stati messi in terapia antiretrovirale (ART) entro quattro mesi dalla data presunta di infezione, rispetto al 34 per cento dei partecipanti nel quale è stato avviato in seguito ART.

"Anche una abbastanza breve differimento di ART dopo la chiusura di questa finestra temporale potrebbe andare a scapito di compromesso recupero CD4 T-cell +, a prescindere dal CD4 + conta al momento di iniziare il trattamento," ha detto il dottor Ahuja. "Sono necessari ulteriori studi per determinare se iniziare ART all'interno della finestra temporale di restauro promuove strategie che aiutano a ricostruire completamente il sistema immunitario."

Timing di ART

In un editoriale di accompagnamento, Bruce Walker, MD, e Martin Hirsch, MD, della Harvard Medical School ha scritto: "La questione di quando avviare ART rimane difficile, soprattutto in contesti di risorse limitate, ma gli studi in questo numero della Journal fornisce una forte evidenza di sostegno suggeriscono un beneficio per la terapia precoce ". Gli autori hanno notato che lo studio si basa su una misura sostitutiva di progressione della malattia, conta dei CD4 + T-cellule, piuttosto che sui risultati clinici.

"Futuri studi di trattamento anche prima nel corso di infezione possono mostrare ulteriori vantaggi, e una popolazione di questi pazienti sarà un gruppo di studio importante per eventuali studi volti a 'cura' di infezione", Drs. Walker e Hirsch ha scritto.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha