La terapia comportamentale aggiunto al trattamento antidepressivo pediatrico riduce la probabilità di recidiva

Maggio 1, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La terapia cognitivo-comportamentale in aggiunta ai farmaci migliora il successo a lungo termine del trattamento per i bambini e gli adolescenti che soffrono di depressione, un nuovo studio UT Southwestern Medical Center indica.

Sulla base dei risultati di uno studio clinico condotto presso UT Southwestern Medical Center e di Dallas per bambini, i tassi di depressione ricaduta erano sostanzialmente inferiori in un gruppo di giovani che hanno ricevuto entrambe le forme di trattamento rispetto farmaco da solo.

"Le strategie di continuazione della fase destinate a ridurre gli alti tassi di recidiva in giovani depressi hanno importanti implicazioni per la salute pubblica, come recidiva di depressione è più probabile in giovani con più episodi", ha detto il Dr. Betsy Kennard, professore di psichiatria presso UT Southwestern e senior autore dello studio pubblicato 17 giugno a The American Journal of Psychiatry.




I tassi di recidiva a giovani con disturbo depressivo maggiore in genere varia dal 40 per cento al 70 per cento, ha detto il dottor Kennard, anche direttore di un programma ambulatoriale presso Centro medico infantile di chiamata la Prevenzione del Suicidio e resilienza a bambini (SPARC).

In questo studio, il tasso di recidiva per il gruppo di 75 giovani che hanno ricevuto la terapia comportamentale per sei mesi dopo sei settimane di trattamento iniziale con la fluoxetina antidepressivo, noto anche come Prozac, è stato del 9 per cento. Tra il gruppo di 69 giovani che hanno ricevuto solo il farmaco durante questo periodo, il 26,5 per cento recidivo.

I giovani che hanno mostrato un miglioramento dopo aver ricevuto fluoxetina per un periodo iniziale di trattamento di sei settimane ha continuato nello studio, diviso tra il farmaco solo e terapia più farmaci gruppi. Età partecipanti allo studio 'variava 8-17.

"Purtroppo, i farmaci da soli non è sempre sufficiente per prevenire le ricadute", ha detto il dottor Graham Emslie, capo della Divisione di Adolescent and Child Psychiatry, Professore di Psichiatria e Pediatria presso UT Southwestern, e una dei coautori dello studio. "Identificare nuove strategie per prevenire le recidive future per i giovani dovrebbe essere una priorità. Questo approccio è unico in è stato aggiunto che il trattamento in un momento in cui l'intensità di cura è spesso in diminuzione."

Il tipo di terapia utilizzata in questa prova - chiamato Relapse Prevention Terapia Cognitivo Comportamentale - è un trattamento di psicoterapia individuale con un componente della famiglia che si concentra sulla riduzione dei sintomi residui, aumentando i comportamenti benessere e prevenire le ricadute. Per sei mesi, i giovani in questo braccio dello studio ha partecipato a otto a 11 sessioni di terapia che sono stati adattati ad ogni bambino.

"E 'anche interessante notare che i giovani che hanno ricevuto la terapia aveva dosi di farmaci più bassi, ancora avuto risultati migliori rispetto a quelli più alti dosaggi del farmaco gestione unico gruppo", ha detto il dottor Kennard.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha