La terapia comportamentale migliora il sonno e la vita dei pazienti con dolore

Aprile 13, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

La terapia cognitivo-comportamentale per l'insonnia notevolmente migliorato il sonno per i pazienti con al collo cronica o mal di schiena e anche ridotto la misura in cui il dolore interferito con il loro funzionamento quotidiano, secondo uno studio condotto dalla University of Rochester Medical Center ricercatori.

Lo studio, pubblicato online dalla rivista Sleep Medicine, dimostra che un intervento comportamentale può aiutare i pazienti che già assumono farmaci per il dolore e potrebbe essere riluttanti o incapaci di prendere farmaci aggiuntivi per il trattamento di disturbi del sonno.

"Questa terapia ha fatto una grande differenza per questi pazienti", ha detto Carla R. Jungquist, FNP, Ph.D., del Sonno del Medical Center e Neurofisiologia Research Laboratory, che è l'autore principale di questo articolo Sleep Medicine. "Abbiamo visto molto bene gli effetti del trattamento."




Per lo studio, un terapeuta infermiere consegnato le otto settimane di terapia cognitivo-comportamentale, che comprendeva restrizione del sonno, il controllo dello stimolo, igiene del sonno, e una sessione dedicata alla discussione di pensieri catastrofici sulle conseguenze di insonnia.

"Questo studio dimostra davvero che questa terapia può essere consegnato con successo e in modo molto efficace da infermieri pratica anticipo", ha detto Jungquist. "Formazione infermieri nella fornitura di questo tipo di terapia si tradurrà in un migliore accesso per i pazienti. Attualmente, l'accesso a questa terapia è limitata in quanto vi sono alcuni terapisti qualificati e la maggior parte sono psicologi."

I pazienti con dolore cronico spesso usano il sonno come una fuga. Cercano sonno quando non sonno, dormire in luoghi diversi dalla camera da letto, e di impegnarsi in comportamenti non-sonno, come guardare la televisione e di riposo una schiena doloroso, in camera da letto, i ricercatori relazione.

Usando la terapia comportamentale invece di aggiungere alla loro lista dei farmaci è un metodo sano e più sicuro di trattare i disturbi del sonno, Jungquist detto.

"Stabiliamo una struttura per i tempi o le ore passate a letto," Jungquist spiegato. "Ci concentriamo sui pensieri negativi di un paziente sul sonno e l'indirizzo comportamento del sonno sano. Ci rivolgiamo abitudini, compreso l'uso di caffeina o alcool. Noi dire alla gente di non fare nulla a letto, tranne il sonno o il sesso."

Ventotto pazienti hanno preso parte allo studio. Sono stati monitorati attraverso diari dettagliati sonno. Il loro dolore e l'umore sono stati misurati utilizzando diversi metodi standard per tutto il periodo di studio. I pazienti sono stati seguiti per sei mesi dopo il trattamento. I ricercatori si aspettano di riferire presto sulla durata degli effetti del trattamento.

I ricercatori ritengono che la terapia cognitivo-comportamentale è efficace come altri trattamenti testati per l'insonnia e il dolore cronico e, in alcuni casi, è più efficace di altre terapie.

I ricercatori hanno messo a punto un manuale unico, facile da usare che ha descritto ogni passaggio di ogni sessione di trattamento. Può essere utilizzato per formare più terapeuti.

Lo studio, pubblicato online questo mese, è stato finanziato dal National Institute of Nursing Research.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha