La terapia del cancro più potente quando colpisce due bersagli, studio suggerisce

Aprile 15, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Simultanea di mira due molecole diverse in cancro è un modo efficace per ridurre i tumori, blocco dell'invasione, e fermare le metastasi, gli scienziati della University of California, San Francisco (UCSF) hanno scoperto - lavoro che può migliorare l'efficacia dei trattamenti combinati che comprendono farmaci come Avastin.

L'approccio a due destinazione, testato in topi con un tipo di cancro noto come tumori pancreatici neuroendocrini, può avere applicazione ampia per il trattamento di un'ampia varietà di tumori, la squadra UCSF detto. I farmaci utilizzati nelle prove appartengono a classi di farmaci che sono o sul mercato o in fase di sviluppo in studi clinici.

Gli studi clinici sono già in corso per valutare l'efficacia di un approccio in esseri umani con cancro alla prostata, cancro al seno, e di altri tipi di tumore. Lo studio UCSF, descritto nella rivista Cancer Discovery di questa settimana, è il primo a mostrare come funziona la combinazione di droga in laboratorio.




I risultati sono promettenti, ha detto Donald McDonald, MD, PhD, membro della UCSF Helen Diller Comprehensive Cancer Center e il Cardiovascular Research Institute e professore di anatomia, che ha guidato la ricerca.

Nello studio, i topi che trattano con l'approccio dual-bersaglio rivolti tumori aggressivi con le dita invasive penetrare i tessuti circostanti e molte metastasi in piccole palline con poche o nessuna metastasi.

"E 'la combinazione di approcci - c'è una sinergia tra i due", ha detto McDonald. "Si aggiunge a due a due, e si ottiene 10."

Come ogni target funziona

I due obiettivi sono entrambe le proteine ​​che gli scienziati hanno conosciuto per anni sono coinvolti nel cancro. Entrambi giocano un ruolo importante nei tumori maligni.

La prima, chiamata c-MET, è coinvolto in due processi associati con i tumori più letali. Un indicatore clinico di aggressività cancro, c-MET spinge invasione tumorale nei tessuti circostanti. Esso è anche coinvolto nella metastasi - la diffusione delle cellule tumorali in altre parti del corpo dove possono stabilire nuovi tumori.

Il secondo obiettivo è una proteina nota come fattore di crescita endoteliale vascolare delle cellule (VEGF). VEGF è una proteina che promuove la crescita di nuovi vasi sanguigni. I tumori in crescita dirottare questo processo per espandere la propria rete di vasi sanguigni per fornire nutrienti. Farmaci che bloccano VEGF sono state sviluppate sulla base del semplice presupposto che i tumori non possono crescere se soffocare il loro apporto di sangue.

I farmaci che agiscono su queste molecole sono in fase di sviluppo, e alcuni sono già presenti sul mercato. La Food and Drug Administration (FDA) ha approvato il primo di questi, nel 2004 per curare il cancro al colon metastatico. Questo farmaco, chiamato Avastin, è prodotto dalla società con sede a San Francisco South Genentech. Avastin è stato approvato per il cancro al seno metastatico nel 2008 nell'ambito del programma di approvazione accelerata della FDA.

La FDA ha revocato l'approvazione di Avastin per il cancro al seno l'anno scorso dopo aver valutato ulteriormente i rischi e benefici per le donne che assumono esso. Blocco VEGF sembra rallentare la crescita del tumore per un po ', ma la FDA ha stabilito che esso non ha migliorato in modo significativo o estendere la vita della maggior parte delle donne che assumono esso.

"Non era chiaro il motivo per cui alcuni tumori hanno risposto e gli altri non hanno fatto. E 'stato anche poco chiaro il motivo per cui alcuni tumori avrebbero risposto inizialmente e poi sarebbe smettere di rispondere", ha detto McDonald, che ha studiato i vasi sanguigni nei tumori e l'effetto di farmaci contro il cancro per anni in suo laboratorio UCSF.

Due anni fa, l'ex professore di UCSF Douglas Hanahan e colleghi hanno scoperto in esperimenti di laboratorio che Avastin come la droga sarebbe ridurre i tumori ma inaspettatamente ha fatto qualcosa di altro pure. I farmaci anche morphed tumori da macchie rotondeggianti in crescite molto irregolari con viticci che penetravano i tessuti circostanti e anche la diffusione ad altri organi - che suggeriscono che il blocco VEGF potrebbe anche rendere i tumori più aggressivi, invasiva e metastatica.

Gruppo McDonald ha confermato i risultati di Hanahan e ha scoperto che c-MET è stato coinvolto. Nella loro ultima ricerca, Barbara Sennino, PhD, con altri ricercatori nel suo gruppo di cui per determinare se c-MET guidato aggressività del tumore durante la terapia anti-VEGF. Che la loro carta dimostra che il blocco c-MET e VEGF insieme nei topi è più potente di bloccare da solo, perché non solo rallenta la crescita del tumore, ma riduce anche l'invasione e metastasi.

Hanno testato due inibitori di VEGF - un anticorpo neutralizzante e sunitinib - e tre inibitori di c-MET - crizotinib, PF-04217903, e cabozantinib (XL184). A differenza degli altri agenti, cabozantinib inibisce simultaneamente c-MET e VEGF. L'inibizione di c-MET e VEGF insieme con una combinazione farmaco o con cabozantinib avuto effetti più profondi sui tumori di qualsiasi degli agenti che bloccavano uno solo dei bersagli.

Questi risultati di laboratorio promettenti ancora bisogno di ulteriori prove di sicurezza ed efficacia in clinica, ha detto McDonald, e può essere un anno o più prima che i farmaci sono regolarmente a disposizione dei pazienti.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha