La terapia epigenetica mostra la promessa in hard-to-treat cancro del polmone

Maggio 19, 2015 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

I pazienti con tumore non a piccole cellule del polmone metastatico ricorrenti hanno una prognosi morboso, ma una nuova terapia epigenetica può avere potenziale di questa popolazione, secondo i dati pubblicati in Cancer Discovery, una rivista della American Association for Cancer Research.

Un gruppo di ricerca presso la Johns Hopkins University testato una combinazione di terapia epigenetica di azacitidina e entinostat tra i 45 pazienti con tumore non a piccole cellule del polmone metastatico ricorrente che erano stati pesantemente pretrattati con altre terapie, ma ha mostrato alcuna risposta. Ogni paziente ha ricevuto l'azacitidina su nove giorni ed entinostat su due giorni al mese. Il processo ha un design "aperto", in cui tutti i pazienti hanno ricevuto il trattamento e non vi era alcun gruppo di controllo ricevente un placebo.

I ricercatori hanno trovato una sopravvivenza mediana di 6,4 mesi con il trattamento, in cui la sopravvivenza tipico per questa popolazione di pazienti è di quattro mesi. I pazienti che hanno mostrato segni di inversione di metilazione del gene in almeno due dei quattro geni chiave avevano una migliore sopravvivenza rispetto al resto, e due pazienti hanno ritiri tumore drammatici.




Quattro dei 19 pazienti che hanno ricevuto le successive terapie antitumorali avuto una importante risposta obiettiva al successivo trattamento immediato con altri agenti. Sette pazienti rimangono vivi, tra cui due che hanno iniziato il trattamento di circa quattro anni fa.

"Stiamo iniziando a mostrare la trazione per la terapia epigenetica per uno dei tumori più difficili da trattare", ha detto Stephen A. Baylin, MD, professore e vice direttore del Kimmel Cancer Center della Johns Hopkins University e leader del Stand Up Per Cancer (SU2C) Epigenetica Dream Team. "Questo studio sembra mostrare i primi successi durevoli di tumori solidi con la terapia epigenetica."

Questa combinazione farmaco ha già dimostrato l'efficacia nei pazienti con leucemia.

"Ci auguriamo che questi risultati portano a un più ampio studio clinico più definitivo di questa combinazione di farmaci", ha detto Charles Rudin, MD, Ph.D., professore di oncologia e direttore del aerodigestive Cancer Program superiore a Hopkins 'Kimmel Cancer Center. Rudin ha guidato il team di medici e biologi di cancro che hanno condotto lo studio.

Questa ricerca è finanziata in parte da SU2C, a programmi specializzati di ricerca di eccellenza (SPORE) sovvenzione da parte del National Cancer Institute (NCI) e il Flight Attendant Medical Research Institute.

"Questa ricerca non sarebbe stato possibile, soprattutto in questo ritmo accelerato, senza Stand Up To Cancer", ha detto Baylin. "La nostra SU2C Dream Team ha beneficiato enormemente dalla visione dell'iniziativa e la visibilità. Il finanziamento aiuta leva altri meccanismi di sostegno, come la nostra concessione SPORE dal NCI, che non avrebbe mai potuto finanziare separatamente una prova di questa portata e la portata. Ha permesso collaborazioni incredibilmente fruttuose e ci ha permesso, soprattutto, di fare la differenza nella vita delle persone. "

Parti di questo rilascio sono state fornite dalla Johns Hopkins.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha