La vaccinazione di ragazze adolescenti è una strategia efficace contro il cancro cervicale, dice relazione

Giugno 23, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una relazione scientifica pubblicata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) ritiene che la vaccinazione contro il Papillomavirus umano (HPV) è una strategia efficace di prevenzione contro il cancro cervicale. Vaccini HPV disponibili proteggono contro due tipi di HPV ad alto rischio, che si stima essere responsabile per il 73% dei casi di cancro cervicale in Europa, e si diffondono per contatto sessuale.

La relazione individua giovani ragazze adolescenti che non hanno ancora sessualmente attive come il gruppo chiave da vaccinare, anche se "programmi di catch-up" per le ragazze un po 'più anziani potrebbero essere utili nel portare avanti i benefici del vaccino. Il rapporto sottolinea tuttavia che la vaccinazione è complementare allo screening del cancro del collo dell'utero e che una forte enfasi sui programmi nazionali di screening deve essere mantenuto. Mentre il rapporto ECDC fornisce prove su quando e come i programmi di vaccinazione HPV potrebbero essere efficaci, le decisioni relative all'eventuale introduzione della loro spettano agli Stati membri dell'Unione europea. Un certo numero di paesi stanno prendendo in considerazione l'introduzione di programmi di vaccinazione HPV, e alcuni hanno già fatto.

Parlando in occasione del vertice europeo di cancro cervicale a Bruxelles, il professor Johan Giesecke, dell'ECDC Chief Scientist ha detto:




"La vaccinazione giovani ragazze adolescenti contro il Papillomavirus Umano è in grado di ridurre il numero delle donne che sviluppano il cancro cervicale, a condizione che i programmi di screening dei tumori del collo dell'utero sono mantenute. Programmi di vaccinazione HPV non eliminano la necessità di screening del cancro del collo dell'utero, anche per le donne che sono state vaccinati. Screening e vaccinazione HPV devono essere fatti per lavorare insieme in un modo economicamente efficace che produca il massimo beneficio per le donne. "

Cancro cervicale e HPV infezioni nell'UE

Il cancro cervicale è il secondo tumore più comune dopo il cancro al seno tra le donne di età compresa tra 15-44 anni nella UE. Ogni anno, ci sono circa 33 000 casi di cancro del collo dell'utero nell'UE, e 15 000 decessi. La causa primaria del cancro del collo dell'utero è l'infezione persistente del tratto genitale da un tipo di HPV ad alto rischio.

Opzioni politiche per i decisori della salute

ECDC ha pubblicato la relazione sui vaccini HPV, su richiesta della Commissione europea e diversi Stati membri dell'UE. Lo scopo del rapporto è quello di assistere gli Stati membri nel processo decisionale concernente l'attuazione di vaccini HPV esaminando prova della loro impatto sulla salute pubblica probabile e che definisce opzioni politiche derivanti dalle prove. Coordinato da ECDC, un gruppo di esperti indipendenti è stata istituita per condurre questa analisi. Le conclusioni di questo pannello sono stati poi esaminati da scienziati dell'ECDC e foro consultivo dell'ECDC (che riunisce scienziati di alto livello degli Stati membri).

I due vaccini HPV che sono state sviluppate, Gardasil® (prodotto da Sanofi Pasteur MSD) e Cervarix® (prodotto da GlaxoSmithKline Biologicals), sono stati esaminati dalla giuria. Entrambi proteggono contro i tipi di HPV 16 e 18, i virus che sono responsabili per le stime, il 73% dei casi di cancro cervicale in Europa. Il gruppo ha concluso che il massimo beneficio da questi vaccini sarebbe trovato nel dare loro di giovani adolescenti prima che diventino sessualmente attive.

La gamma esatta di questa fascia di età varia da paese a paese, a seconda della età media in cui le ragazze diventano sessualmente attivi, ma sarà tipicamente nel range di 12-15 anni. Perché ci vogliono decenni per il cancro del collo dell'utero per sviluppare, i benefici per la salute pubblica di vaccinazione delle adolescenti non inizierà a mostrare per molti anni. Programmi di screening del cancro cervicale dovranno essere continuato per le vecchie generazioni di donne che non sono stati vaccinati, e anche per la generazione che viene vaccinato, come ci sarà ancora un rischio (anche se uno più basso) di sviluppare il cancro del collo dell'utero a causa di un l'infezione da HPV tipi diversi 16 e 18.

Il rapporto rileva vaccinazione nelle scuole è probabile che sia l'opzione più basso costo per la consegna dei vaccini a giovani ragazze adolescenti, anche se se questa opzione è disponibile varierà da paese a paese. Altre impostazioni quali studi medici e cliniche mediche sono anche considerati i siti importanti per l'immunizzazione.

Economicità varia tra gli Stati membri

Esistono prove fornite da alcuni paesi che l'introduzione di programmi di vaccinazione HPV può essere conveniente come misura di prevenzione del cancro. Tuttavia, i costi sanitari variano in tutta Europa, in modo da questa analisi deve essere fatta dai singoli Stati membri.

Il monitoraggio e la valutazione è fondamentale per valutare l'impatto

Ad oggi, solo i dati di follow-up di 5 anni sui vaccini HPV è disponibile e molte domande rimangono senza risposta. Sistemi per monitorare l'efficacia a lungo termine, la copertura vaccinale e la conformità, l'integrazione con le altre strategie di prevenzione e sicurezza del vaccino sono quindi considerati critici al fine di valutare l'impatto complessivo dei programmi di vaccinazione HPV.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha