La valutazione di HPV DNA solo insufficiente per identificare HPV-Driven testa e tumori del collo

Giugno 15, 2016 Admin Salute 0 5
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Papillomavirus umano (HPV positività) DNA da solo, in particolare quando valutata con metodi di reazione a catena della polimerasi, è un povero biomarker per testa e del collo tumori HPV-driven, secondo due studi pubblicati in Cancer Research, una rivista della American Association for Cancer Research. Questi studi identificati potenziali marcatori alternativi tra cui carica virale, l'espressione genica virale e la valutazione del DNA dell'HPV in combinazione con alcuni test HPV.

Prima di ricerca ha stabilito che l'HPV è una causa di alcuni tumori della testa e del collo, compreso il cancro orofaringeo, e che i pazienti con malattia da HPV-associate tendono ad avere un miglior outcome clinico. Di conseguenza, la corretta valutazione dello stato clinico dei tumori individuali è diventato un obiettivo di medici trattamento di questa malattia, perché l'HPV nel sito del tumore non indica il coinvolgimento di causalità nel cancro.

Nel primo studio, Dana Holzinger, Ph.D., della divisione di modifiche del genoma e la carcinogenesi presso il Centro tedesco per la ricerca sul cancro di Heidelberg, in Germania, e colleghi hanno analizzato il potenziale di marcatori diretti e indiretti HPV per identificare i pazienti con HPV-driven tumori.




Essi hanno analizzato 199 campioni orofaringei carcinoma a cellule squamose di DNA di HPV, la carica virale, pattern di espressione di RNA visto in carcinomi cervicali e la proteina p16, che è associato con soppressione del tumore.

I risultati hanno indicato che l'RNA cancro pattern di espressione del collo dell'utero e del carico virale sono stati associati con il più basso rischio di morte per cancro orofaringeo. Al contrario, una più debole associazione è stata trovata per i campioni che erano HPV DNA-positiva o che esprimevano la proteina p16.

"Abbiamo dimostrato che l'alta carica virale e un modello cancro-specifica dell'espressione genica virale sono più adatti per identificare i pazienti con tumori HPV-driven tra i pazienti con cancro orofaringeo", ha detto Holzinger. "Viral pattern di espressione è un completamente nuovo marcatore in questo campo e viral load è stato appena analizzato prima."

In un secondo studio, i ricercatori hanno valutato diversi biomarcatori singolarmente e in combinazione per la sopravvivenza complessiva tra i tumori della testa e del collo, tra cui a catena della polimerasi test del DNA reazione-based e HPV sierologica, e p16 immunoistochimica.

Essi hanno scoperto che l'espressione di due oncoproteine, E6 ed E7, è stato associato ad un miglioramento della sopravvivenza nella malattia orofaringeo. Inoltre, il DNA di HPV positività o p16 espressione combinata con E6 e E7 espressione sono stati anche associati con la sopravvivenza maggiore. Tuttavia, né positività DNA HPV né espressione di p16 sola ha prodotto un risultato simile.

"Valutazione del DNA dell'HPV con metodi di reazione a catena della polimerasi come biomarker nei singoli tumori della testa e del collo è un povero predittore di outcome ed è anche poco associata a risposta anticorpale indicativi di esposizione e/o infezione da HPV,", ha detto l'autore dello studio Karl T. Kelsey, MD, professore del dipartimento di epidemiologia e il dipartimento di patologia e medicina di laboratorio presso la Brown University di Providence, RI "Non si può diagnosticare questi tumori nel modo più accurato e preciso come dobbiamo per regolare i trattamenti."

Il prossimo passo in questa ricerca è ulteriormente convalidando i risultati di questi due studi utilizzando head-to-head confronti e in via di sviluppo test per l'applicazione clinica diretta dei marcatori.

"Una volta che i test standardizzati per questi marcatori, applicabili nei laboratori clinici di routine, sono stabiliti, essi permetteranno una precisa identificazione di pazienti con tumore orofaringeo con o senza tumori HPV-driven e, quindi, influenzerà la prognosi e potenzialmente le decisioni di trattamento", ha detto Holzinger.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha