La vitamina D legata alla sopravvivenza del cancro del polmone, studio suggerisce

Maggio 28, 2016 Admin Salute 0 190
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Recenti ricerche suggeriscono la vitamina D può essere in grado di fermare o prevenire il cancro. Ora, un nuovo studio trova un enzima che svolge un ruolo nel metabolismo della vitamina D può predire la sopravvivenza cancro ai polmoni.

Lo studio, di ricercatori della University of Michigan Comprehensive Cancer Center, suggerisce che questo enzima arresta gli effetti anti-cancro della vitamina D.

I livelli di enzima, chiamato CYP24A1, sono stati elevati quanto 50 volte in adenocarcinoma polmonare rispetto al normale tessuto polmonare. Più alto è il livello di CYP24A1, i tumori più probabile dovesse essere aggressivo. Circa un terzo dei pazienti affetti da cancro del polmone avevano alti livelli dell'enzima. Dopo cinque anni, i pazienti avevano quasi la metà il tasso di sopravvivenza dei pazienti con bassi livelli di enzima.




I ricercatori quindi collegate questo modo CYP24A1 interagisce con calcitriolo, la forma attiva della vitamina D. CYP24A1 rompe calcitriolo, che ha un ruolo normale e fondamentale quando tenuti sotto controllo. Ma quando i livelli di salita CYP24A1, l'enzima comincia a ostacolare gli effetti anti-cancro positivi della vitamina D.

I risultati dello studio appaiono in Clinical Cancer Research.

Precedenti studi hanno collegato i bassi livelli di vitamina D a una maggiore incidenza di cancro e la sopravvivenza di peggio. I ricercatori stanno cercando di utilizzare la vitamina D per aiutare a prevenire il cancro ai polmoni di tornare e la diffusione dopo l'intervento chirurgico. Questo nuovo studio suggerisce la possibilità di utilizzare i livelli CYP24A1 per personalizzare questo approccio a quelli che beneficiano di più.

"La metà dei tumori polmonari si ripresentano dopo l'intervento chirurgico, quindi è importante trovare un modo per prevenire o ritardare la recidiva. Un composto naturale come la vitamina D è interessante perché ha pochi effetti collaterali, ma è ancora meglio se siamo in grado di determinare esattamente che avrebbe beneficiare di ricevere la vitamina D ", spiega l'autore dello studio Nithya Ramnath, MD, professore associato di medicina interna presso l'UM Medical School.

I ricercatori stanno anche lavorando per identificare i farmaci che bloccano CYP24A1. Bloccando l'enzima potrebbe ripristinare gli effetti anti-cancro positivi della vitamina D, il che suggerisce che questo inibitore potrebbe potenzialmente essere combinato con trattamenti di vitamina D.

Nota: Le attuali raccomandazioni chiedono 600-800 UI di vitamina D al giorno, a seconda dell'età. Gli studi che esaminano la vitamina D nel cancro del polmone stanno testando clinicamente somministrate dosi 200 volte quello che potrebbero essere prese per bocca naturalmente. Assunzione di grandi quantità di integratori di vitamina D non è attualmente raccomandato per prevenire o curare il cancro al polmone.

Polmone cancro statistiche: 222.520 americani saranno con diagnosi di cancro del polmone di quest'anno e 157.300 muoiono a causa della malattia, il che rende il più grande assassino del cancro, secondo l'American Cancer Society

Altri autori UM: Guoan Chen, così Hee Kim, Amanda N. Re, Lili Zhao, Robert U. Simpson, Paul J. Christensen, Zhuwen Wang, Dafydd G. Thomas, Thomas J. Giordano, Lin Lin, Dean E. Brenner, David G. Beer

Il finanziamento è stato fornito dal National Institutes of Health.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha