La vitamina D potrebbe non essere la risposta alla sensazione di tristezza

Maggio 11, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Una mancanza di vitamina D, a causa della luce solare ridotta, è stato collegato alla depressione e sintomi del disturbo affettivo stagionale (SAD), ma la ricerca presso l'Università di Warwick mostra non c'è un chiaro legame tra i livelli di vitamina D nel sangue e depressione.

L'esposizione alla luce solare stimola la vitamina D nella pelle e la carenza di luce solare in inverno è stata presentata come una possibile causa di SAD. Bassi livelli Tuttavia ricercatori Warwick Medical School, guidati dal dottor Oscar Franco, hanno scoperto di vitamina D nel sangue potrebbero non essere collegati alla depressione.

In uno studio pubblicato sul Journal of Affective Disorders, il team ha reclutato più di 3.000 persone e testato i livelli di vitamina D (25-idrossivitamina D) nel sangue. Hanno poi effettuate un questionario con i partecipanti per valutare la prevalenza di sintomi depressivi.




Esiste carenza di vitamina D quando la concentrazione di 25-idrossi-vitamina D (25-OH-D) nel siero del sangue avviene a 12ng/ml (nanogrammi/millilitro) o meno. La concentrazione normale di 25-idrossi-vitamina D nel siero del sangue è 25-50ng/ml.

I ricercatori hanno scoperto non vi era alcuna chiara associazione tra sintomi depressivi e la concentrazione di vitamina D nel sangue.

Dr Oscar Franco, Clinical Assistant Professor in sanità pubblica, ha detto: "Pochi studi hanno esplorato l'associazione tra le concentrazioni nel sangue 25-idrossivitamina D e depressione nella popolazione generale una carenza di vitamina D è stata anche attribuita a diverse malattie croniche, tra cui l'osteoporosi. , tumori comuni, autoimmuni e malattie cardiovascolari. "

Questo studio è stato condotto in collaborazione con i colleghi dell'Istituto di Scienze Nutrizionali, Accademia Cinese delle Scienze in Cina.

Il team ha reclutato 3.262 residenti della comunità di età compresa tra 50-70 da Pechino e Shanghai in Cina come parte della nutrizione e salute dell'invecchiamento della popolazione in Cina (NHAPC) progetto.

Il dottor Franco ha detto che il suo studio non ha valutato se i sintomi depressivi erano stagionali e hanno suggerito ulteriori studi necessari da fare.

Dr Franco ha detto: "Gli studi sugli effetti della supplementazione di vitamina D hanno prodotto risultati contrastanti Ulteriori studi sono ancora necessari per valutare se la vitamina D è associata a disturbi affettivi stagionali, ma il nostro studio solleva questioni circa gli effetti di prendere più vitamina D. per combattere i sintomi depressivi. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha