La vitamina E può aumentare l'aspettativa di vita degli uomini che hanno un elevato apporto alimentare di vitamina C e fumano meno di un pacchetto al giorno

Maggio 10, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

A seconda del livello di fumo e dieta assunzione di vitamina C, vitamina E può estendere la durata della vita di gruppi ristretti di uomini, secondo uno studio pubblicato sulla Age e invecchiamento.

Diversi grandi studi randomizzati di esseri umani hanno trovato che la supplementazione di vitamina E non riduce la mortalità. Tuttavia, l'effetto medio sulla mortalità in un gruppo di persone con una vasta gamma di età può mascherare un effetto della vitamina E sulla durata.

Dr. Harri Hemila, e il professor Jaakko Kaprio, dell'Università di Helsinki, in Finlandia, ha studiato l'età di dipendenza degli effetti della vitamina E sulla mortalità nel grande studio randomizzato (alfa-tocoferolo Beta-Carotene Cancer Prevention Study) che è stato condotto in Finlandia tra 1985-1993. Il loro studio è stato limitato al follow-up periodo superiore a 65 anni e 10.837 partecipanti ha contribuito all'analisi. Tra tutti i partecipanti analizzati, la vitamina E non ha avuto effetti sulla mortalità quando i partecipanti erano 65 a 70 anni, ma ha ridotto la mortalità del 24% quando i partecipanti erano 71 anni o più.




Tra gli 2.284 uomini con la dieta l'assunzione di vitamina C al di sopra della media che fumava meno di un pacchetto di sigarette al giorno, la vitamina E prolungata durata di due anni al limite superiore della fascia d'età di follow-up. Negli altri partecipanti, composto da 80% della coorte, la vitamina E non ha influenzato la mortalità, il che dimostra che la vitamina E non è una panacea per estendere l'aspettativa di vita.

I ricercatori hanno concluso che "se la vitamina E influenza la durata della vita, è possibile che un vantaggio ai partecipanti più anziani potrebbe essere camuffato dalla grande maggioranza di mezza età dei partecipanti allo studio." Pertanto, essi propongono che potrebbe essere utile per analizzare l'effetto della supplementazione di vitamina E nei grandi studi controllati all'età del partecipante al follow-up e non solo per il momento dopo la randomizzazione che è stato consuetudine.

(0)
(0)
Articolo successivo Cosa stai contribuendo?

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha