Le cellule adipose raggiungono il loro limite e di trigger cambiamenti legati al diabete di tipo 2

Aprile 9, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Gli scienziati hanno scoperto che le cellule e tessuti di persone affette da obesità e grassi animali possono raggiungere un limite nella loro capacità di immagazzinare il grasso in modo appropriato. Oltre questo limite diversi processi biologici cospirano per impedire l'ulteriore espansione del tessuto adiposo e nel processo possono innescare problemi di salute.

La ricerca finanziata dalla Biotecnologia e Scienze Biologiche Research Council (BBSRC), il Medical Research Council (MRC) e l'Unione Europea Sesto programma quadro, dimostra che una proteina chiamata proteina secreta frizzled correlata 1 (SFRP1) è prodotto dalle cellule adipose e può essere coinvolti in modifiche al nostro metabolismo che potrebbero aumentare il rischio di diabete e malattie cardiovascolari. Il lavoro è stato svolto presso l'Università di Cambridge e sarà pubblicato in una futura edizione della International Journal of Obesity Research.

Professor Antonio Vidal-Puig dell'Istituto di Metabolic Science, University of Cambridge, ha dichiarato: "Abbiamo conosciuto un po 'di tempo che molti individui obesi sono a maggior rischio di sviluppare il diabete, le malattie cardiovascolari e anche il cancro, ma questo non è vero per tutti obesi. persone ".




Dr Jaswinder Sethi, anche presso l'Istituto di Scienze Metaboliche dell'Università di Cambridge ha aggiunto: "Quello che ancora non comprendiamo pienamente, è come l'espansione del tessuto adiposo viene regolato nelle persone sane e come questo processo di regolazione potrebbe essere diverso in quelli obesi persone che hanno problemi di salute come la sindrome metabolica ".

Una ipotesi è che immagazzinare il grasso in eccesso in sé non può portare alla sindrome metabolica, ma ci può essere un limite massimo di quanto grasso una persona in grado di memorizzare in modo sicuro prima le risposte naturali del corpo portano a problemi di salute cronici debilitanti spesso associati con l'obesità.

Dr Sethi ha proseguito: "Per indagare questo abbiamo utilizzato una combinazione di biologia cellulare molecolare, profili gene umano e genetica del topo come strumenti per capire cosa sta succedendo come cellule di grasso e dei tessuti sviluppare e poi, in alcune persone molto obese, perdono il loro normale processo di regolamentazione. "

I ricercatori hanno scoperto che il livello di aumenti SFRP1 come cellule e tessuti grassi aumentano di volume fino a picchi a circa il punto di obesità lieve. Ci sono prove che SFRP1 è coinvolto nel reclutamento di nuove cellule di grasso, facilitando così l'espansione del tessuto adiposo fino a questo punto in cui i picchi.

"SFRP1 sembra essere strettamente legato a una sorta di punto di non ritorno, dopo che il modo in cui il nostro tessuto adiposo viene regolato cambia in modo significativo e ci sono conseguenze a catena per il nostro metabolismo più ampio. Pensiamo che nelle persone obese molto questo può essere un evento precoce che innesca la sindrome metabolica ei problemi di salute cronici ad essa associati, come il diabete e le malattie cardiovascolari ", ha detto il dottor Sethi.

Il tessuto adiposo di persone che sono obesi e hanno anche il diabete mostra segni di non essere regolata come di solito sarebbe. In questo tessuto, i ricercatori hanno anche vedere i livelli di SFRP1 iniziano a cadere in modo da evitare un'ulteriore espansione del tessuto. E 'questo autunno in SFRP1 che ha effetti a catena sul metabolismo che possono in parte spiegare il legame tra obesità patologica e la sindrome metabolica.

I ricercatori ritengono che SFRP1 lavora in concerto con altre molecole per rispondere alla disponibilità, o meno, di energia. Insieme, queste molecole determinano anche fino a che punto il nostro tessuto adiposo può continuare a espandersi come consumiamo più calorie che si bruciano.

Il professor Douglas Kell, BBSRC Chief Executive, ha dichiarato: "La ricerca come questo porta ad una migliore comprensione della biochimica che guida normale fisiologia umana In particolare possiamo vedere come siamo abituati a rispondere agli estremi causati dai vari assalti dei nostri stili di vita e ambienti.. Aumentare la nostra comprensione dei meccanismi di segnalazione metabolica è una parte importante di lavorare per un aumento della durata della salute per soddisfare le nostre crescenti aspettative di vita ".

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha