Le cellule staminali indotte Nuove possono smascherare cancro in fase più precoce

Maggio 19, 2016 Admin Salute 0 2
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Con lusinghe sani e malati midollo osseo umano a diventare cellule staminali embrionali, come, un team di scienziati Wisconsin ha posto le basi per osservare l'inizio della leucemia cancro del sangue nel piatto laboratorio.

"Questa è la prima riprogrammazione successo di cellule del sangue ottenuti da un paziente con leucemia", dice University of Wisconsin-Madison ricercatore sulle cellule staminali Igor Slukvin, che ha diretto uno studio volto a generare tutti gli usi cellule staminali dal midollo osseo e sangue del cordone ombelicale. "Siamo stati in grado di trasformare le cellule malate in cellule staminali pluripotenti. Questo è importante perché fornisce un nuovo modello per lo studio delle cellule tumorali."

La ricerca è stata segnalata 4 febbraio sulla rivista Blood da Slukvin e colleghi del Research Institute WiCell e l'Istituto per la Ricerca Morgridge, centri di ricerca privati ​​a Madison.




Il gruppo di Slukvin, utilizzando sopraelevate midollo osseo e cordone di sangue sani e malati, impiegato una tecnica sviluppata nel 2009 da Wisconsin staminali pioniere cellule James Thomson, che elude i problemi posti dai geni e vettori virali utilizzati per indurre cellule mature a regredire ad uno stato di cellule staminali .

Secondo il nuovo studio, che è stato finanziato dal National Institutes of Health e The Geyer Fondazione Charlotte, riprogrammazione delle cellule del sangue per diventare cellule staminali indotte è molte volte più efficiente rispetto alla riprogrammazione delle cellule della pelle, che sono stati i primi cellule mature per essere guidati torna a uno stato di cellule simil-staminali embrionali.

Il nuovo lavoro potrebbe aprire alla scienza vasto repository di tessuto provenienti da banche, sani e malati, come il midollo osseo, il tessuto molle in ossa che contribuisce a rendere il sangue, e il sangue del cordone ombelicale. Il lavoro potrebbe sostenere modelli penetranti capaci di smascherare gli eventi cellulari che vanno tumori storti e causa, come la leucemia, e potrebbe aiutare lo sviluppo di terapie cellulari nuovi staminali, secondo Slukvin.

Di particolare rilievo nel nuovo studio, dice Slukvin, è la riprogrammazione delle cellule del midollo da un paziente con leucemia mieloide cronica, un tumore del sangue che uccide circa 1.500 persone l'anno negli Stati Uniti. La malattia, come tutte le leucemie, inizia nelle cellule che producono globuli bianchi nel midollo osseo.

Secondo Slukvin, le cellule staminali indotte generate dal tessuto malato mantengono lo stesso complesso di anomalie genetiche presenti nelle cellule tumorali mature. Ciò significa che quando le cellule indotte si trasformano di nuovo in sangue, gli scienziati potrebbero, in teoria, guardare cancro sviluppare da zero, come le cellule che portano mutazioni tumorali diventano cellule staminali del cancro.

"Quando abbiamo differenziare le cellule staminali indotte torna al sangue, siamo in grado di individuare le fasi in cui l'anomalia che porta al cancro si manifesta", spiega Slukvin.

La capacità di individuare le prime fasi del cancro è un obiettivo importante della scienza biomedica.

"Questo è molto importante per lo sviluppo di nuovi farmaci leucemia", dice Slukvin. "Uno degli obiettivi principali della ricerca leucemia è di trovare il modo per cercare di eliminare le cellule leucemiche più immature -. Le cellule staminali del cancro"

Il lavoro di Slukvin e la sua squadra può rappresentare il primo passo di una nuova comprensione della cascata di eventi che si traduce in malattie del sangue come la leucemia.

Utilizzando la tecnica di riprogrammazione sviluppata da Thomson ei suoi colleghi, Slukvin sottolinea, è importante perché elimina i geni riprogrammazione esotici, alcuni dei quali sono i geni legati al cancro, l'equazione di cellule staminali indotte. Nel caso della leucemia mieloide cronica e altre malattie del sangue, ottenendo cellule staminali che non hanno i fattori genetici riprogrammazione è molto importante.

"Quando si utilizza virus (a geni traghetto in una cella) si ha l'integrazione cromosomica", fa notare il ricercatore Wisconsin. "Alcuni dei fattori di riprogrammazione sono oncogeni e interferirebbe con lo studio della leucemia mieloide cronica", le cui anomalie sono anche codificati sul cromosoma.

Oltre a Slukvin, un ricercatore presso la Wisconsin Nazionale Primate Research Center (WNPRC) e professore associato di patologia alla Scuola UW-Madison di Medicina e Sanità Pubblica, autori del nuovo studio includono Kejin Hu, Junying Yu e Kyung-Dal Choi della WNPRC; Kran Suknuntha della Scuola UW-Madison di Medicina e Sanità Pubblica; Shulan Tian, ​​Ron Stewart e James A. Thomson dell'Istituto Morgridge per la ricerca; e Karen Montgomery del Research Institute WiCell.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha