Le cellule staminali Migrazione possibile nuovo punto di riferimento per il trattamento ictus

Aprile 20, 2016 Admin Salute 0 34
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Due anni fa, un nuovo tipo di cellule staminali è stato scoperto nel cervello che ha la capacità di formare nuove cellule. Lo stesso gruppo di ricerca dell'Università di Lund in Svezia ha ora rivelato che queste cellule staminali, che si trovano nella parete esterna del vaso sanguigno, sembrano essere coinvolti nella reazione del cervello a seguito di un ictus.

I risultati mostrano che le cellule, conosciute come periciti, cadono fuori dal vaso sanguigno, proliferano e migrano verso la zona cervello danneggiato dove sono convertiti in cellule microglia, cellule infiammatorie del cervello.

Periciti sono noti per contribuire alla riparazione tissutale in vari organi, ei ricercatori ritengono che le loro proprietà riparativi possono essere applicate anche al cervello. Lo studio dimostra per la prima volta che periciti sono direttamente coinvolti nella reazione del tessuto cerebrale dopo ictus.




"Periciti sono un tipo di cellula affascinante con molte proprietà diverse e trovato ad alta densità nel cervello. E 'stato sorprendente che un sottotipo pericyte è così fortemente attivato dopo un ictus. Il fatto che i periciti possono essere convertite in microglia, che hanno una funzione importante nel cervello dopo un ictus, è stata una scoperta inaspettata che apre una nuova possibilità di influenzare l'infiammazione associata con un colpo ", ha detto Paul-Gesine Visse, neurologo presso l'Università di Lund e autore senior dello studio.

Utilizzando una proteina fluorescente verde legato ai periciti, i ricercatori sono stati in grado di tracciare il percorso delle cellule alla parte danneggiata del cervello. La migrazione ha luogo entro una settimana dopo un ictus. Quando le cellule raggiungono il sito del danno vengono convertiti in cellule microgliali, i "pulitori" del sistema nervoso centrale. Infiammazione può, tuttavia, avere entrambi gli effetti riparatori positivi ed effetti negativi sul tessuto danneggiato. Il ruolo esatto delle cellule microgliali nella rigenerazione dopo un ictus, non è del tutto chiaro, ma sappiamo che periciti svolgono un ruolo importante nel proteggere il cervello contro le malattie e lesioni.

"Ora abbiamo bisogno di chiarire come periciti influenzano il recupero del cervello dopo un ictus. I nostri risultati mettono periciti a fuoco come un nuovo obiettivo per la riparazione del cervello e la ricerca futura ci aiuterà a capire di più su meccanismi di difesa e di riparazione del cervello."

Vi è un urgente bisogno di nuovi farmaci che possono alleviare gli effetti nocivi di un ictus, come possibilità di trattamento correnti mediante trombolisi sono limitati alle prime ore dopo un ictus.

"Perché l'infiammazione a seguito di un ictus è un evento che continua dopo la fase acuta, ci auguriamo che il targeting periciti nella fase subacuta dopo l'ictus, cioè all'interno di una finestra di tempo più lungo dopo l'insorgenza di ictus, può influenzare il risultato", ha detto Gesine Paul- Visse.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha