Le cellule Trapianto Mostra Capacità per rammendare sistema nervoso

Aprile 5, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Utilizzando cellule staminali coltivate in laboratorio, gli scienziati hanno trapiantato con successo le cellule nel sistema nervoso dei topi in difficoltà e arrestato nel corso di una malattia congenita debilitante.

Sebbene compiuto in ratti e ancora alcuni anni dalla applicazione clinica, il lavoro è importante perché dimostra che cellule cresciute da zero possono essere usate per riparare nervi difettosi. La relazione è stata pubblicata questa settimana (Venerdì 30 luglio) sulla rivista Science da un team di scienziati dell'Università di Bonn Medical Center, l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke (NINDS) e la University of Wisconsin-Madison.

Il lavoro è stato realizzato utilizzando le cellule staminali embrionali, cellule effimere che sorgono a pochi giorni di concepimento in un ovulo fecondato e si sviluppano molto rapidamente in tutti i diversi tipi di cellule - sangue, ossa, muscoli, neuroni - che compongono il corpo. Tali cellule detengono un enorme potenziale terapeutico per curare le malattie attraverso la promessa di forniture illimitate di sostituzione dei tessuti in laboratorio cresciuta per il trattamento di molte malattie congenite ed acquisite, tra cui le malattie cardiache, disturbi neurologici come il morbo di Parkinson o la sclerosi multipla, e di altre malattie come il diabete.




Nel nuovo studio, le cellule staminali sono state blandito lungo un sentiero di sviluppo per diventare oligodendrociti e astrociti, cellule chiave del sistema nervoso centrale. Trapiantate nel midollo spinale di topi fetali e neonatali che mancano di mielina, un tessuto che copre alcune fibre nervose, sono state osservate le cellule a promuovere la crescita delle guaine essenziali per la capacità di nervi di condurre gli impulsi elettrici e la funzione normalmente mielina.

"Questo è il primo studio che dimostra che le cellule staminali embrionali possono essere utilizzate per il cervello e la riparazione del midollo spinale in un modello animale di una malattia neurologica umana", ha detto Oliver Brьstle, un neuropatologo presso l'Università di Bonn e primo autore della carta.

Ronald D.G. McKay, capo del Laboratorio di Biologia Molecolare NINDS e un co-autore del documento, ha detto che "lo studio mostra che le cellule precursori con un potenziale per la terapia cellulare può essere generata semplice ed efficiente da cellule staminali embrionali".

Due settimane dopo essere chirurgicamente trapiantate in ratti o fetali o neonati con una malattia congenita identica alla rara malattia mielina umana Pelizaeus-Merzbacher malattia, le cellule in laboratorio cresciuti avevano sviluppato in numerose guaina mielinica intorno fibre nervose in precedenza, senza mielina. Quando le cellule sono state trapiantate nel cervello del feto sono stati poi trovati ad aver diffuso ampiamente.

"I nostri risultati dimostrano che le cellule che non hanno mai visto un cervello possono essere sviluppate in cellule del donatore specifici per la riparazione del sistema nervoso", ha detto Brьstle. Anche se la serie di esperimenti non ha mostrato un miglioramento della funzione a causa della mielina recente formazione, è probabile che le fibre nervose riparati dovrebbero condurre normalmente, ha detto Ian Duncan professore UW-Madison di neurologia, un co-autore della carta Science e un'autorità sulle malattie da carenza mielina.

Come strategia per riparare i danni da malattie come la sclerosi multipla, Duncan ha osservato che questo approccio si concentra sulla sostituzione perso mielina, non fermando la malattia in corso, cosa che richiederà una terapia medica aggiuntiva. "Tuttavia crediamo alla fine si avrà applicazioni cliniche", ha detto.

La mielina è un isolante fondamentale, aiutando le fibre nervose condurre gli impulsi elettrici che guidano la deambulazione, di parola, la vista e l'udito. Senza di essa, le fibre conducono lentamente o per niente. L'assenza di mielina è una manifestazione di una serie di malattie genetiche e acquisite terribili, la più nota è la sclerosi multipla.

È importante sottolineare che, nello studio non teratomi - sono stati generati - tumori che insorgono spesso quando le cellule staminali indifferenziate sono trapiantate in animali.

"In nessun caso abbiamo visto la formazione di teratomi,", ha detto Duncan, "E suggerisce fortemente che non si formano in queste circostanze, ma questo deve essere studiato per un periodo di tempo più lungo."

Oltre a Duncan, autori del documento pubblicato oggi su Science comprendono, Brьstle, e colleghi Kimberly N. Jones, Khalad Karram, Khalid Choudhary e Otmar D. Wiestler dell'università di Bonn Medical Center; McKay del NINDS; e Randall D. Learish della University of Wisconsin-Madison.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha