Le donne con cancro al seno che consumano alimenti di soia hanno un minor rischio di recidiva del tumore

Giugno 24, 2016 Admin Salute 0 4
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Anche se vi è una preoccupazione per la sicurezza degli soia consumi alimentari tra i sopravvissuti al cancro al seno, i ricercatori hanno scoperto che le donne in Cina che hanno avuto il cancro al seno e una maggiore assunzione di cibo di soia avevano associato un minor rischio di morte e di recidiva del tumore al seno, secondo un studiare il 9 dicembre del JAMA.

"Alimenti di soia sono ricchi di isoflavoni, un grande gruppo di fitoestrogeni che sono stati ipotizzati per ridurre il rischio di cancro al seno. Tuttavia, l'effetto estrogeno-simile di isoflavoni e la potenziale interazione tra isoflavoni e tamoxifene hanno portato alla preoccupazione soia consumo alimentare tra i pazienti di cancro al seno ", scrivono gli autori.

Xiao Ou Shu, MD, Ph.D., del Vanderbilt University Medical Center, Nashville, Tenn., E colleghi hanno esaminato l'associazione tra assunzione di isoflavoni di soia con recidiva del cancro al seno e la sopravvivenza. I ricercatori hanno analizzato i dati dal Breast Cancer Survival Study Shanghai, un grande, studio di popolazione di 5042 donne sopravvissute al cancro al seno in Cina. Donne di età 20-75 anni con diagnosi di cancro al seno tra il marzo 2002 e aprile 2006 sono stati reclutati e seguiti fino a giugno 2009. Le informazioni sulla diagnosi e trattamento del cancro, le esposizioni di stile di vita dopo la diagnosi di cancro, e la progressione della malattia sono stati raccolti in circa 6 mesi dopo il cancro diagnosi e stata rivalutata a tre interviste di follow-up condotte a 18, 36, e 60 mesi dopo la diagnosi. A Shanghai Vital Statistics database del Registro è stato utilizzato per ottenere informazioni di sopravvivenza per i partecipanti che sono stati persi al follow-up.




Dopo una mediana (punto mediano) follow-up di 3,9 anni, 444 decessi totali e 534 recidive o decessi per cancro al seno sono stati documentati tra il gruppo di 5.033 pazienti con cancro al seno chirurgicamente trattati. L'assunzione di cibo di soia, come misurato da una proteina di soia o l'assunzione di isoflavoni di soia, è risultato inversamente associato con la mortalità e la recidiva. I pazienti del gruppo con il più alto apporto di proteine ​​di soia avevano un rischio 29 per cento più basso di morte durante il periodo di studio, e un rischio 32 per cento più basso di recidiva del cancro al seno rispetto ai pazienti con l'assunzione più bassa di proteine ​​di soia. I tassi di mortalità aggiustati 4 anni sono stati 10,3 per cento e del 7,4 per cento e il tasso di recidiva a 4 anni sono stati 11,2 per cento e 8,0 per cento, rispettivamente, per le donne con i gruppi più bassi e più alti di assunzione di proteine ​​di soia.

"L'associazione inversa era evidente tra le donne con cancro al seno o recettori estrogeni positivi o -negativa ed era presente in entrambi gli utenti e non consumatori di tamoxifene," scrivono i ricercatori.

"In sintesi, in questo studio prospettico basato sulla popolazione, abbiamo scoperto che l'assunzione di cibo di soia è sicuro ed è stata associata ad una minore mortalità e recidiva tra i pazienti di cancro al seno. L'associazione di assunzione di cibo di soia con la mortalità e la recidiva sembra seguire una dose lineari modello di risposta fino a quando l'assunzione di cibo di soia ha raggiunto 11 grammi/giorno di proteine ​​di soia,. senza benefici economici aggiuntivi sulla mortalità e le recidive sono state osservate con elevate assunzioni di cibi di soia Questo studio suggerisce che una moderata assunzione di cibo di soia è sicuro e potenzialmente utile per le donne con cancro al seno. "

Editoriale: problemi nella progettazione e interpretazione dei osservazionale di ricerca sui comportamenti di salute e sopravvivenza del cancro

Rachel Ballard-Barbash, MD, MPH, del National Cancer Institute, Bethesda, Md., E Marian L. Neuhouser, Ph.D., del Fred Hutchinson Cancer Research Center, Seattle, scrivere in un editoriale di accompagnamento che, mentre questo studio fornisce informazioni importanti, ci sono diversi problemi, tra cui le differenze nella qualità, il tipo e la quantità di cibo di soia tra la Cina e gli Stati Uniti (47 mg/die vs 1 a 6 mg/d, rispettivamente, l'assunzione media isoflavoni). Inoltre, il tempo relativamente breve follow-up dello studio (4 anni) fanno notare; che probabilmente ci sono differenze nei tassi di screening in Cina rispetto agli Stati Uniti; e un certo numero di fattori che possono rendere difficile il confronto dei risultati tappa, e specifico trattamento in Cina con risultati negli Stati Uniti

"Anche se i risultati di Shu et al suggeriscono che il consumo di alimenti a base di soia tra i pazienti di cancro al seno è probabilmente sicuro, sono necessari studi in coorti più grandi per capire gli effetti di questi alimenti tra diversi sottogruppi clinici di pazienti affetti da cancro al seno e sopravvissuti. Nel frattempo , i medici possono consigliare i loro pazienti con cancro al seno che gli alimenti a base di soia sono sicuri da mangiare e che questi alimenti possono offrire qualche beneficio protettivo per la salute a lungo termine. Inoltre, i benefici potenziali sono limitati agli alimenti a base di soia, e inferenze non dovrebbe essere fatto circa la rischi o benefici di integratori alimentari contenenti soia. I pazienti con cancro al seno può essere certi che gode di un latte di soia o di indulgere in pad thai con tofu provoca alcun danno e, se consumato in quantità abbondanti, può ridurre il rischio di recidiva della malattia. "

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha