Le donne in gravidanza con alto/basso BMI a più alto rischio di complicanze, ricoveri ospedalieri

Giugno 1, 2016 Admin Salute 0 9
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le donne in gravidanza con un indice di massa corporea (BMI), che è troppo alta o troppo bassa hanno più probabilità di avere complicazioni materne, richiedono cure ospedaliere aggiuntivo e sostenere maggiori spese mediche, secondo un nuovo studio pubblicato nel BJOG: An International Journal di Ostetricia e Ginecologia.

Lo studio è stato realizzato in collaborazione tra i ricercatori delle Università di Edimburgo e Aberdeen, e la Divisione Information Services di NHS Scozia. Ha usato i record ostetriche di routine in Scozia, tra 2003-2010, per studiare l'impatto di BMI delle donne incinte sul complicazioni cliniche, il numero e la durata dei ricoveri ospedalieri e dei costi sanitari a breve termine per il NHS.

Le 109.592 donne incinte esaminate nello studio sono stati classificati in cinque categorie, BMI sottopeso (BMI 35).




I dati dall'analisi è emerso che il rischio di complicanze materne aumenta con BMI e, rispetto alle donne di peso normale, le donne gravemente obese avevano un triplice aumento del rischio di ipertensione (2,6% vs 7,8%) e il diabete gestazionale (0.1% vs 3 %).

Inoltre, rispetto alle donne di peso normale, tutte le altre categorie di peso hanno mostrato un aumento della durata e del numero di ricoveri ospedalieri materni necessari dopo la nascita. Le donne sottopeso avevano un rischio aumentato dell'8% per l'ammissione, mentre il rischio delle donne in sovrappeso, obese e gravemente obesi è cresciuta sostanzialmente più, il 16%, 45% e 88%, rispettivamente.

I costi aggiuntivi di maternità, per le donne con BMI alto o basso, erano superiori rispetto al costo del servizio salute materna standard per le donne di peso normale. Il costo aggiuntivo stimato per le donne sottopeso era Ј102.3, le donne in sovrappeso, donne obese Ј59.9 Ј202.5 e donne gravemente obese Ј350.8.

Dr Fiona Denison, Centro di Tommy per la salute materna e fetale, MRC Centro per la salute riproduttiva, della Queens Istituto di ricerca medica di Edimburgo e co-autore del documento, ha detto:

"I nostri dati dimostrano che sia alta e bassa materna BMI sono associati con un aumento del rischio di complicazioni durante la gravidanza, aumento del numero e la durata dei ricoveri materne e maggiori costi del servizio sanitario.

"Questi risultati evidenziano ulteriormente la necessità di governo locale e nazionale in Scozia, e altri paesi sviluppati, ad attuare strategie fondamentali che contribuiranno a ridurre la prevalenza dell'obesità.

"benefici a lungo termine di ridurre l'obesità materna mostrerà miglioramenti, non solo nei risultati di salute delle madri e dei loro bambini, ma il carico di lavoro e il costo dei servizi di maternità attuali."

Mike Marsh, capo redattore BJOG deputato, ha aggiunto:

"Sappiamo che l'obesità materna è una delle principali cause di cattiva salute in gravidanza, nel Regno Unito, aumentando in modo significativo il rischio di esiti sanitari avversi come il diabete gestazionale, disturbi ipertensivi e ricoveri per cure specialistiche.

"Questo studio conferma i rischi e inoltre mette in evidenza l'onere finanziario per le NHS di obesità in gravidanza.

"E 'di vitale importanza che le donne capiscono l'importanza di mantenere un peso sano prima del concepimento per ridurre il rischio di futuri complicazioni della gravidanza, la necessità di cure specialistiche e il costo risultante al NHS."

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha