Le malattie cardiache nei bambini danneggia la salute mentale delle madri

Aprile 8, 2016 Admin Salute 0 7
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le madri di bambini con gravi malattie cardiache sono più probabilità di soffrire di ansia e depressione rispetto alle madri di bambini sani, anche una volta eventuali interventi medici sono finiti.

eeeeeEvery anno circa 500 bambini con difetti cardiaci congeniti sono nati in Norvegia. La maggior parte di loro sopravvivono, ma come si fa la malattia dei bambini influisce sulla salute mentale dei loro madri?

"Avere un bambino con un difetto cardiaco può essere uno shock. Nei casi più gravi, la chirurgia deve essere eseguita subito dopo la nascita, così come più volte di più durante il primo anno di vita del bambino", spiega Шivind Solberg, un dottorato in psicologia presso l'Istituto norvegese di sanità pubblica a Oslo.




Dottorato di ricerca del signor Solberg è finanziato nell'ambito del programma del Consiglio per la ricerca sulla salute mentale. Il suo studio è parte di un progetto su larga scala presso l'Istituto norvegese di sanità pubblica, che si è parte di una iniziativa di ricerca dal titolo "Madri di bambini con cardiopatie congenite (CHD): problemi psicosociali di gravidanza attraverso età bambino 3 anni" ( HEARTMOMS), un progetto di collaborazione in corso da ricercatori nel campo della psicologia e pediatria sia a livello nazionale che internazionale.

Alcuni 50.000 madri coinvolte nello studio

Come spiega l'onorevole Solberg, circa il 10 per cento di tutte le nuove mamme sperimentano una reazione depressiva dopo il parto, che può variare da lieve a grave. "Vogliamo sapere se le madri di bambini con difetti cardiaci congeniti sperimentano un maggiore impatto negativo sulla loro salute mentale delle madri di bambini sani, e se il grado di gravità della condizione del cuore dei bambini fa la differenza", spiega il signor Solberg.

Il progetto unisce i dati dal registro di Rikshospitalet University Hospital di difetti cardiaci congeniti (Bertè) con dati psicologici e sociali della madre norvegese e Child Cohort Study (MoBa). Circa 50 000 madri sono inclusi nello studio del signor Solberg, circa 250 dei quali hanno bambini con difetti cardiaci.

Peggio di prima

I primi risultati indicano che le madri di bambini con difetti cardiaci lieve o moderata regolare bene e non differiscono in modo significativo da madri nel gruppo di controllo.

Le madri di bambini con difetti cardiaci gravi, d'altra parte, hanno maggiori probabilità di soffrire di ansia e depressione 6 a 18 mesi dopo il parto, sia rispetto al gruppo di controllo e al proprio stato di salute mentale durante la gravidanza.

"Le madri sono monitorati regolarmente fin dall'inizio della gravidanza fino loro figli sono tre anni. Questo ci dà un'idea di come stavano affrontando prima sono nati i loro figli e ci permette di monitorare il corso della loro reazione psicologica nel corso del tempo", spiega Margarete Vollrath, responsabile del progetto presso l'Istituto norvegese di sanità pubblica. I dati ottenuti nella fase di tre anni non sono ancora stati analizzati.

"Quello che è interessante è che le madri continuano a soffrire di ansia e depressione volta che i loro figli hanno raggiunto l'età di 18 mesi e la maggior parte degli interventi medici sono finiti", afferma la signora Vollrath.

Questo può essere in parte spiegato dal fatto che i bambini con cardiopatia congenita spesso hanno un maggior bisogno di cure e di follow-up dalle loro madri. Le madri trascorrono lunghi periodi di tempo in ospedale, in particolare nel primo anno di vita del bambino, quando la maggior parte degli interventi medici sono svolte. Le preoccupazioni per la salute del bambino e il futuro può portare a tensione mentale cronica, in una situazione che non consente per il riposo e la restituzione sufficienti.

I rapporti con i partner e la contentezza con la vita non fortemente influenzata

Una notizia positiva, tuttavia, è che la malattia di cuore del bambino non sembra avere un impatto negativo sulle relazioni delle madri con i loro partner o la loro soddisfazione generale con la vita, almeno non durante i primi sei mesi di vita del bambino. Questo è stato uno dei risultati di uno studio in corso svolte nell'ambito del progetto HEARTMOMS.

I bambini hanno bisogno di follow-up

"La salute mentale e lo sviluppo nei bambini con cardiopatie congenite" (HEARTKIDS) è un progetto che corre parallela al progetto HEARTMOMS. I ricercatori coinvolti nel progetto hanno condotto ricerche sui bambini malati stessi. Essi hanno scoperto che i neonati con difetti cardiaci gravi sono più probabilità di essere irritabile e più difficile da tranquillizzare rispetto agli altri bambini. I bambini con difetti cardiaci spesso hanno problemi di sviluppo.

"I risultati mostrano che il risparmio questi bambini sul tavolo operatorio è solo metà della battaglia -. Questi bambini hanno bisogno di un attento follow-up dopo Lo stesso vale per molte delle madri dei bambini e delle famiglie in generale," afferma Шivind Solberg.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha