Le minoranze hanno risultati più poveri, alti tassi di chirurgia inadeguate per prevenire l'ictus

Giugno 11, 2016 Admin Salute 0 1
FONT SIZE:
fontsize_dec
fontsize_inc

Le minoranze hanno risultati più poveri ei più alti tassi di interventi chirurgici non necessari da una procedura comune utilizzato per rimuovere la placca dall'interno della carotide, secondo un medico UT Southwestern Medical Center, che è l'autore principale dello studio sulla rivista Stroke.

Lo studio multicentrico, disponibile on-line e che appare nel numero di luglio della rivista, ha trovato che i tassi più elevati di risultati chirurgici poveri per carotidea endartectomy (CEA) - di una procedura eseguita per prevenire l'ictus - sembrava essere dovuto non solo ad elevato rischio clinico del paziente in afro-americani e ispanici, ma anche per l'abilità e l'esperienza del medico che esegue l'operazione individuale.

"Identificare come vari fattori paziente, medico e di livello ospedaliero possono contribuire alla disparità ha importanti implicazioni per la progettazione di strategie cliniche e di politica sanitaria per la loro riduzione", ha detto il dottor Ethan Halm, capo della William T. e F. Gay Solomon Divisione di Medicina Interna Generale presso UT Southwestern.




"A mia conoscenza questo è il primo studio per esaminare l'impatto graduale di fattori del paziente, chirurgo e ospedalieri come un modo di intendere le disparità etniche/razziali esiti clinicamente confermati di chirurgia carotide", ha detto.

Precedenti ricerche hanno dimostrato che i gruppi minoritari negli Stati Uniti hanno più alti tassi di infarto e ictus. Ad esempio, gli afro-americani hanno un numero maggiore e una maggiore gravità dei colpi, accompagnato da alti tassi di recidiva o di morte entro 30 giorni.

Eppure gli ispanici non sono stati ben studiati, come sottogruppo, Dr. Halm ha detto.

I ricercatori hanno utilizzato i dati dello studio di New York carotide Surgery (NYCAS) per esaminare i risultati medici di 9.093 pazienti Medicare che avevano subito endartectomy carotidea nello Stato di New York. Dei pazienti, il 95,3 per cento erano caucasici, 2,5 per cento sono stati afro-americano e il 2,2 per cento sono stati ispanica.

Essi hanno scoperto che le minoranze avevano esiti clinici molto peggio. Nei 30 giorni dopo l'intervento, il 9,5 per cento dei pazienti ispanici e il 6,9 per cento degli afro-americani erano morti o subito un ictus a causa della procedura, rispetto al 3,8 per cento dei pazienti caucasici. Uno dei motivi per le minoranze hanno avuto complicanze più alti tassi era che avevano malattia neurologica grave e più gravi condizioni di salute come le malattie cardiache e il diabete.

Tuttavia, le minoranze avevano più probabilità di essere curati da medici e ospedali meno esperti. Regolazione per questi fattori paziente e fornitore spiegato i risultati peggiori in afro-americani, ma non ha spiegato i risultati più poveri ispanici.

Tassi di interventi chirurgici non necessari sono stati anche superiori a minoranze. Per gli ispanici, CEA è stato inadeguato in 17,6 per cento dei casi; per gli afro-americani, il 13 per cento; e per i caucasici, 7,9 per cento. La disparità dei tassi di chirurgia inutile era in gran parte dovuto al maggiore carico di gravi condizioni di salute tra le minoranze, che la ha posta in molto più elevato rischio a breve termine di complicazioni. Se il rischio a breve termine di chirurgia carotidea è troppo alta, il procedimento è considerato inadeguato.

"Questi risultati dimostrano che abbiamo la peggiore di tutti i mondi", ha detto il dottor Halm. "CEA è, paradossalmente, sia abusato e sottoutilizzato in minoranze e con risultati peggiori. Più lavoro è necessario per aiutare a comprendere meglio i molteplici fattori che influenzano la selezione dei pazienti e dei modelli di riferimento chirurgiche. Lo sviluppo di aiuti decisionali basati sull'evidenza per aiutare medici e pazienti in modo più accurato valutare i rischi ei benefici di CEA potenziale è una strategia che stiamo perseguendo per contribuire a migliorare la situazione. "

Lo studio NYCAS è stato sostenuto dalla Agenzia per la Ricerca e Qualità, Centers for Medicare & Medicaid Services, la Robert Wood Johnson Foundation e l'Istituto Nazionale di Malattie Neurologiche e Stroke.

Scienziati provenienti da Mt. Sinai School of Medicine e New York University School of Medicine hanno contribuito alla ricerca in Stroke.

(0)
(0)

Commenti - 0

Non ci sono commenti

Aggiungi un commento

smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile smile smile smile smile
smile smile smile smile
Caratteri rimanenti: 3000
captcha